giovedì 30 aprile 2009

Lady Gaga e il calcio

Cosa c'entra Lady Gaga con il calcio? Perché mai l'autore di questo video ha voluto usare come colonna sonora la Gaga?

Attenzione!!! Contenuti consigliati per un pubblico adulto

video
E per chi ha gradito questo video, ve ne posto anche un altro sempre con la solita avvertenza.

video
Non metto il terzo video per evitare censure. Comunque sto blog sta prendendo una brutta piega, tutta colpa di Gigi (TVB) :D

MirkoS

Mad World...

Il cantante che vi voglio presentare oggi si chiama Adam Lambert ha 26 anni e partecipa con altri 13 concorrenti all'America Idol americano (ovvio no, altrimenti non si chiamerebbe "American Idol", ma tant'è, avevo bisogno di riempire lo spazio). Attualmente sono rimasti in cinque e lui è ancora in gara per la vittoria finale, i botteghini lo danno addirittura favorito. E' dichiaratamente gay e com'è giusto che sia non importa a nessuno. Ciò che conta è la sua voce stupenda che ho avuto il piacere di apprezzare grazie alla segnalazione di Alecodicefiscale. I cantanti a cui si ispira sono Freddie Mercury, Michael Jackson, Lenny Kravitz, David Bowie. E per la gioia del 90% dei lettori di questo blog anche lui adora Katy Perry, Pink, Christina Aguilera, Lady GaGa, Beyonce, Madonna. Per la serie "figlio mio anche se non ti fossi dichiarato non è che saresti passato proprio inosservato!". Vi propongo la cover di "Mad World" dei Tears for Fears incisa in studio.



Stupendo. Mannaggia però stò look alla Bill Kaulitz. Io lo raperei. Questa che vi propongo invece ora è la stessa cover cantata da GaryJules, colonna sonora del film Donnie Darko. Molto carino il video.



Infine non poteva mancare la versione originale, quella cantata dai Tears for Fears, se non ricordo male nel lontano 1983.



Voi quale preferite?


Gigi

Trash allo stato puro

Finalmente trovo il tempo per postarla. E’ da quattro giorni che non canto altro e non lo dico per scherzare. Ormai la conosco a memoria, me la porto in cucina, sotto la doccia, a letto, ovunque. La canzone si intitola “Voglio farmi la DJ” e la cantante (o il cantante? :D ) si chiama Posi. Ringrazio Shion86, vorrei potesse farlo anche la signora del piano di sopra che sentirà sicuramente il martellante tunz tunz della suddetta canzone a tutte le ore del giorno. Buon ascolto :D





Ma voi avete colto al primo ascolto che durante il ritornello accenna al fatto che vorrebbe, testuali parole, SCOPARE con la DJ? Perché io credo di essermene accorto tipo al decimo! E poi si dice che sono malizioso…

Gigi

mercoledì 29 aprile 2009

Quando internet è down

Dopo un mese passato a combattere i problemi di connessione con Vodafone, decido di ripassare a Wind: non sapete cosa sono riusciti a fare gli operatori della Wind per attivarmi la promozione internet sulla mia sim. Hanno sbagliato ad attivarmi promozione, mi hanno addebitato una somma invece che un'altra, hanno riaccreditato, rimessa un'altra promozione ancora differente, poi risistemato, poi riaddebitato un altro importo, con tutti sti giochetti il mio credito si è azzerato per poi ritornare in positivo...diciamo un macello.

Alla fine eccomi qua. Visto che non potevo dilettarmi su internet e visto che Roma in questi giorni (come del resto tutt'Italia) è sotto la pioggia mi sono rifugiato al cinema. Due film carucci, ma non entusiasmanti: "Generazione da 1000 euro" e "Fuori menù". Il secondo film avrei preferito vederlo in spagnolo e con sottotitoli in italiano perché credo che il doppiaggio, come capita spesso, non sia stato dei migliori. Un film, quest'ultimo, che vince il premio per il numero di volte in cui la parola cazzo sia stata pronunciata durante tutta la durata della proiezione.
E, infine, grazie alla segnalazione di Hummer84 ho acquistato il libro di Insy Loan "Alla fine di questo libro la mia vita si autodistruggerà". Appena avrò finito di leggerlo vi farò una recensione.
Beh che dire? a volte stare senza internet ha i suoi risvolti positivi :D

MirkoS

Intervallo

La mancanza di connessione internet mi ha lasciato mio malgrado lontano dal blog. In attesa di nuovi post vi propongo quest'immagine segnalatami da Kost :D
MirkoS

domenica 26 aprile 2009

Come si divertono i sardi?

Sono finalmente riuscito ad impossessarmi di un video superesclusivo su come passano le giornate i nostri amici sardi XD
Ajò, scherzo naturalmente! Se dovessi essere rapito mi appello ai miei lettori: fate na colletta per il riscatto :D

MirkoS

Cos'è per te l'amore?

Ecco la risposta data da alcuni bambini:


MirkoS

sabato 25 aprile 2009

Cartoons 3, l’enigma senza fine

 

 

Ebbene si, siamo giunti al terzo capitolo di questo tuffo nel passato. Il titolo non è casuale, infatti proprio come nella saga horror de l’enigmista, anche io vi sto stracciando i maroni con sta roba che non finisce mai.


Oggi parliamo di puffi, gli strani ometti blu che sono alti su per giù, due mele o poco più e ai quali, il sottoscritto e kost, fanno degna concorrenza. Fin da bambino mi chiedevo in che ambito e con quale significato potessi usare il verbo puffare. Solo più tardi giunsi alla conclusione che si trattava di una parola universale.
Vuoi fare una torta con la mamma? Stai puffando. Vuoi portare a spasso il cane? Stai puffando. Vuoi commettere un omicidio? Stai puffando. E non mi addentro nei meandri oscuri della mia mente, che probabilmente già dall’età di cinque anni aveva attribuito a tale parola significati poco consoni a un pubblico composto anche da minorenni.

Ma la parola “puffo” è un’invenzione tutta italiana. Come vengono chiamate in realtà queste creature nel resto del mondo?
Ho scoperto con mia grande sorpresa che nel resto d’Europa i puffi vengono chiamati con nomignoli alquanto bizzarri. Ad esempio:

In Inghilterra: Smurfs
In Francia: Schtroumpfs
In Spagna: Pitufos
In Germania: Schlümpfe
In Olanda: Smurfen

In Francese sembra quasi un insulto. Bene, dopo tutta questa lunghissima introduzione, passiamo al giochino che sto per proporvi.
Per l’occasione ho creato un unico file con ben dodici spezzoni di sigle di altrettanti famosi cartoni animati della nostra infanzia. Vediamo chi tra voi riesce ad indovinarle tutte. Non sono tanto difficili. Il video dura due minuti esatti. Siete pronti?

Ah dimenticavo, stavolta mettiamo in palio la macchina di MIRKOS! Partecipate numerosi!!!





Gigi

venerdì 24 aprile 2009

A spasso per musei

Già la speranza di trovare su questo blog un lettore trentenne è molto vana, ora con tutti sti video di cartoni animati la speranza praticamente svanisce. Dicono che la speranza è l'ultima a morire, vediamo se almeno con i miei post riesco a reclutare qualche "maggiorenne".

Ieri giornata all'insegna della cultura complice il fatto che i musei e i siti archeologici in questa settimana sono gratuiti. Ho preso un giorno di ferie, niente lavoro, mi sono recato così di buon mattino al Colosseo: questo poderoso monumento che ho sempre visto esternamente, ma mai visitato all'interno, un po' per mancanza di tempo e un po' perché spaventato dalle file chilometriche dei turisti.

Anche ieri la fila era lunghissima, però ho scoperto che se acquistavo l'audioguida il percorso per l'ingresso aveva una via preferenziale e mi sono trovato così davanti solo una decina di persone. L'audioguida costa 4,50 euro (lo dico per gli eventuali turisti) ed è in pratica un telefono tipo cordless dove pigiando un numero che corrisponde al luogo in cui ci si trova all'interno del Colosseo e poi play è possibile ascoltare le notizie storiche di tutto ciò che si vede da quella precisa posizione.

Molto bella anche una ricostruzione parziale dell'originaria arena, tutta in legno e ricoperta di sabbia dove si svolgevano i giochi nell'antica Roma. Pensate che il Colosseo è stato depredato di tutti materiali più preziosi (marmo, pietre, etc.) e molti di questi sono stati utilizzati per costruire la Basilica di San Pietro, veniva praticamente utilizzato come cava.

Dopo la visita al Colosseo, un ricco pranzo a base di amatriciana, macedonia e dolce per poi recarmi al Campidoglio per la visita dei Musei Capitolini: un'area museale enorme con centinaia e centinaia di sculture, statue bellissime, mosaici splendidi con tessere minuscole che misuravano pochi millimetri. C'era in particolare una statua dove tutti si affollavano il Galata morente. Non so se molti erano interessati a questa statua più per la sua notorietà o per le sue dotazioni, che venivano indicate con sguardi ambigui ed ammiccanti da parte di fanciulle e fanciulli.
Avrei continuato a girare per ore, ma le mie gambe avevano bisogno di una tregua, così mi sono accontentato di aver visitato questi due posti meravigliosi.

MirkoS

giovedì 23 aprile 2009

Cartoons 2, la soluzione dell’enigma

Ebbene, come già accennato nei commenti allo scorso post, Hades ha stracciato tutti sul tempo e ha indovinato tutte e sei le sigle.



1) Hello Spank – Siamo quelli di Beverly Hills
2) Holly e Benji – Lupin
3) Georgie – Lady Oscar
4) Mimì e la nazionale di pallavolo – Mila e Shiro


5) Mimì e la nazionale di pallavolo – Vola mio mini pony
6) Lalabel – Vola mio mini pony

Sono venuto a conoscenza di queste esportazioni di sigle tramite due mie amiche, una francese e una tedesca. Attraverso altre ricerche (se impiegassi la mia voglia di scop..erta per studiare) ho poi notato che molte corrispondevano alle nostre sigle con le dovute traduzioni, ad esempio:
La sigla del nostro E’ quasi magia Johnny, in Francia resta la stessa con la traduzione del cartone in Max et compagnie.


Mila e Shiro in Francia diventa Jeanne et Serge e in Spagna Juana y Sergio. Curioso il modo in cui son venuto a conoscenza dell’adattamento tedesco di Mila e Shiro. Rientravo dal mare in macchina con tre amiche e un amico, una di queste era appunto tedesca. Abbiamo iniziato a cantare la suddetta canzone quando la nostra amica, contenta perchè finalmente ne conosceva una, ci comunica che può cantarci la versione tedesca. Noi ascoltiamo, ovviamente non capiamo un cazzo e le chiediamo una sommaria traduzione. Si parla di una ragazza sorridente e col codino. Da lì poi facciamo i giusti collegamenti e scopriamo che Mila e Shiro come lo intendiamo noi, in Germania non è mai andato in onda!
Io con gli “AAATTAAACK” ci sono cresciuto. Come se i bambini di oggi non rompessero fissi i coglioni con l’ “ONDAAA E-NER-GE-TI-CAAAA”. Poveri Tedeschi, gli è mancato un pezzo d’infanzia. E qui mi fermo prima di fare collegamenti blasfemi.

Posto altre tre sigle, sbizzarritevi ancora. Stavolta, dato che il premio della scorsa competizione è scalato a Lorenzo, il vincitore porta a casa un menage a trois. Io, Lorenzo e…? Potresti essere tu! Gioca con noi!

Prima Sigla, viene dalla Francia, titolo del cartone animato: Sandy Jonquille.




Seconda sigla, viene dalla Francia, titolo del cartone animato: Le tour du monde de Lydie.



Terza sigla, viene dalla Francia, titolo del cartone animato: Charlotte.




Gigi

mercoledì 22 aprile 2009

Earth Day, un giorno per la Terra

Ieri la fondazione di Roma, oggi la discesa di un'orda di barbari che hanno invaso Piazza del Popolo in occasione del concerto per celebrare la giornata della Terra (Ben Harper, Subsonica, Nneka). Una piazza trasformatasi per l'occasione in una via di mezzo tra una fabbrica con addetti al rullamento ed un'enoteca a cielo aperto: ragazze con brick del Tavernello, bottiglioni di vino da cinque litri, brodaglie casalinghe versate in bottiglie di plastica rigorosamente senza etichetta per evitare che potessero scambiarsi per acqua. Nel poco tempo che mi sono trattenuto nella piazza mi sarò fumato per esalazione un paio di pacchetti di sigarette, fatto due o tre canne e gustato una bella pasticca di exctasy tutto gentilmente offerto aggratiss dalla popolazione locale. In compenso però la fauna maschile et femminile era molto molto interessante. Roma è bella perché Roma è anche questo.

MirkoS

Cartoons

L’Italia è da sempre stata una grande nazione esportatrice di sigle introduttive per cartoni animati. Mentre molti paesi tengono quelle giapponesi, noi italiani siamo una spanna avanti, produciamo e cantiamo, anche se non sempre, devo ammettere, il risultato è paragonabile alle musiche originali. Mediaset soprattutto ne ha sfornato a centinaia esportandone la maggior parte in Spagna e Germania. Indimenticabile per noi degli anni ottanta è la voce di Cristina D’Avena, con la quale siamo cresciuti, facendole vendere oltre quattro milioni di dischi. Io l’ho sempre amata e aspetto di vederla piombare al più presto all’isola dei famosi, vista l’amicizia con la Ventura. Oltretutto in virtù del fatto che la donnina è diventata molto meno ingenua e più provocante. Infatti da bambino non ricordavo andasse in giro con scollature tanto audaci, nascondendo per la verità un bel balconcino.



Ma chiuso questo discorso da bar etero, voglio proporvi un piccolo quiz. Le sigle che Mediaset ha esportato all’estero non sempre corrispondono al cartone animato italiano per il quale sono state create. Vi posto alcuni esempi. Voglio vedere quanti di voi indovinano il titolo del cartone animato straniero che “contiene” la sigla riadattata, e il titolo del cartone animato italiano del quale la sigla faceva parte. Tutto chiaro? Presto vi posterò le risposte complete. Ora vado con i video.

Gioventù del decennio 80-90 fatevi valere!


Vado con una facile facile. Questa viene dalla Germania.
Titolo del cartone: Hallo Kurt!




La seconda altrettanto facile viene dalla Francia.
Titolo del cartone: Olive et Tom



Anche la terza, niente di complicato, viene dalla Spagna.
Titolo del cartone: Nuevos Hermanos



La quarta è già un pò più rischiosa, viene dalla Germania.
Titolo del cartone: Mila superstar




Quarta e quinta hanno la stessa sigla. La prima viene dalla Spagna e si intitola “La panda de Julia”. (Giusto per fare il verso a Cremonini). La quinta è molto difficile, viene dalla Francia e si intitola “ Le monde enchanté de Lalabel”. Per quest’ultima credo siano avvantaggiati quelli dall’ottanta in giù.







Ricapitolando, il primo che mi da:
1)Titolo del cartone animato Italiano del quale scorrono le immagini nei diversi video e
2)Titolo del cartone animato italiano al quale corrisponde in realtà la sigla originale dei diversi video



VINCE una notte col sottoscritto. E ora non sbagliate apposta!


Gigi

Revolution

Le malelingue sibilano e parlano di una mia inequivocabile fine. Ma no, non ho ancora deciso di lasciare questo mondo, non prima di aver realizzato i desideri che da sempre per me sono motivo di speranza e di gioia per un futuro migliore. Vi chiedo di capirmi, sono le tre di mattina e sono un tantino stanco. Scrivo due futili eresie per comunicarvi che forse sono giunto ad una svolta.

Da settimane ormai vado a dormire alle cinque di mattina e mi sveglio alle due o alle tre del pomeriggio. O sento il richiamo dei Simpson o mi spaventano le urla disumane delle belve Defilippiane sul cinque. Credo di avere i ritmi giornalieri un tantino sfasati. Certo, nulla in confronto a quando una triste mattina ho avuto il coraggio di andare a dormire quando ancora imperversavano le tenebre per svegliarmi poi quando il buio era tornato. Ma sto aprendo tipo tre discorsi per volta e non ne sto chiudendo nemmeno uno.

Parto dal primo, quali sono i miei più reconditi desideri? Da oggi posso affermare che son radicalmente cambiati. Se prima magari sognavo una giornata a Orange County con Adam Brody, o una gita nella casa del Reverendo Camden, per far scoprire ai suoi figli cosa fosse veramente il “settimo cielo” e per dare della troia a Jessica Biel, ora non più.
Alla luce delle nuove fotografie sul mio amore isolano Marco Carta desidero:
1) Sapere se il suo egocentrismo è talmente elevato da averlo costretto a fare tutte quelle foto con l’autoscatto.


2) Denunciare chi gli ha venduto le mutande Roberto Cavalli che per citare la Ripa di Meana alla Fattoria, gli fanno “le gambe corte e il pacchettino”.


3) Potergli chiedere di fare da reggipacco se in un raptus di follia decidesse per caso di fare nuove diapositive.

Questi giorni, mentre pensavo, ho lasciato la baracca in mano a Mirketto che nel frattempo l’ha fatta diventare un covo di uomini truzzi in boxer, un luogo di battuage con sgualdrine in reggiseno, costume e culo al vento e un inno alla fondazione di Roma. Mi auguro che Bossi un giorno decida di passare di qua, magari è la volta buona che schiatta sul serio. Perché poi la mia testa si riempie di domande. Tipo, “perché lui è sopravvissuto e Alberto Castagna, compagno di serate davanti alla tv con mia nonna no?” Dico almeno lui faceva qualcosa di buono. Se non altro teneva lontano dal video quella tettona della Folliero. E va beh. Ma sto monologo sta prendendo una strada tutta strana, una piega che non mi aspettavo.

Dunque dicevo, ho deciso di riordinare un pò la mia vita. Mancano ormai pochi esami per la tanto sospirata laurea e tra poco inizierà la sessione estiva. Ancora non ho aperto un libro e vi dirò di più, non ne apro uno da Settembre. Certo a meno che Vogue e Cosmopolitan… Quindi a breve ricomincerò a studiare come si deve. Quando? A breve su non siate fiscali. Il primo passo avanti avverrà domani quando la sveglia suonerà a mezzogiorno. Se Santi Licheri e la Dalla Chiesa non mi ammalieranno con le loro pseudo cause sul cinque, credo che riuscirò anche a pranzare a un orario decente.



Ho appena ucciso una zanzara. “Perché lei è morta e Berlusconi no?” No va beh scherzo.

Buonanotte Ragazzi



E ora votate questo inno alla nullafacenza e all’inutilità con cinque stellette. Perché io valgo!

Gigi

martedì 21 aprile 2009

Il Natale di Roma

In esclusiva per i lettori del blog vi mostro delle foto rarissime, di inestimabile valenza storica, Davide da buon critico d’arte ne apprezzerà il valore. Grazie alle mie conoscenze altolocate sono venuto in possesso nientepopodimeno delle foto originali scattate nel lontano 753 a.C. nel mentre si fondava la città di Roma.


roma01roma02roma03roma04roma05roma06  roma07 roma08 roma09roma10



E dopo queste preziosissime foto dove si vedono Romolo e Remo, il tracciato del solco di Roma e l’uccisione di Remo, vi mostro anche le foto scattate da me alla Banda dell’Esercito. L’Esercito non si smentisce mai: quasi a voler esorcizzare il proprio maschilismo ha messo a dirigere la banda una donna O_o ormai se non piazzano una donna ad ogni manifestazione non sono soddisfatti, quasi ad intendere che le donne sono belle, alte e intelligenti solo perché donne.

 


roma12roma11roma13roma14 


Guardate sti due poracci, per tutto il tempo sono rimasti ai lati della “direttrice” d’orchestra a mantenergli i fogli per evitare che il vento li portasse via.

 


roma15roma16 

MirkoS

lunedì 20 aprile 2009

Questa è la domanda

Serata al cinema con Questione di cuore, un film che pone l'accento su alcuni temi molto importanti come la solitudine, l'isolamento, la crisi familiare, il caos cittadino visti attraverso l'amicizia fra due uomini nata per caso in una situazione particolare. 

Non vi sto né a raccontare la trama né a fare la critica al film tanto sono tutte cose che trovate in rete. Sta di fatto che questo film mi ha un pò depresso. Al cinema cerco di andare per svagarmi, il più delle volte scelgo dei film leggeri, comici, di fantascienza proprio per non pensare e riflettere. Stavolta mi son fatto prendere dalla curiosità della trama e come al solito sono uscito dalla sala con l'umore sotto ai piedi. A parte questa piccola parentesi personale, vi consiglio di andarlo a vedere anche perché secondo me è uno dei pochi film italiani che meritano di esser visti con una bella interpretazione di Albanese e un bravissimo Rossi Stuart che parla in romano, dove è possibile vedere anche uno scorcio di Roma.

P.S. vedendo il film scoprirete il motivo del titolo di questo post :)

MirkoS

21 aprile 753 a.C.

Domani ricorre il 2762° anno dalla fondazione di Roma. Molte le manifestazioni in programma. A chi si trova nella Capitale consiglio di non perdersi il concerto della Banda dell'Esercito Italiano alle ore 18.00 in piazza Sant'Ignazio.

MirkoS

Legami


MirkoS

domenica 19 aprile 2009

Sia lodato Yahoo answers

Adoro navigare per il web senza meta e perdermi tra le infinite pagine. Oggi cercavo notizie su quel gran figo di Jury Magliolo, prossimo vincitore di X-factor, spero, e non so in che modo sono caduto in quell’immenso contenitore virtuale, stracolmo di ignoranza a livelli stratosferici che prende il nome di Yahoo answers. Ho visto le categorie su un lato della pagina e mi sono buttato a capofitto su quelle che mi avrebbero potuto far divertire di più: Gravidanza e Salute dell’uomo.

Ho passato almeno due ore a leggere domande e commenti e giuro che per alcuni mi son sentito in imbarazzo per coloro che li hanno scritti. Dovrebbe essere un modo per risolvere eventuali dubbi o problemi, ma a me li ha fatti venire. Alla fine della maratona son dovuto andare ad informarmi su un paio di cosette. Dico io, se devi sparare due cazzate, ma taci. No, tutti sono alla disperata ricerca di punti, tutti bramano al titolo di miglior commentatore. E va beh… li ringrazio e propongo alcune particolari domande.

E' possibile provare piacere ad avere la vescica piena?

Io ho questo vizio: trattengo la pipì anche un giorno intero (per esempio oggi non ci vado da stamattina) e questo mi eccita e mi fa sentire piacere. C'è nessuno che ha questo vizio? E' grave?

Commenti:


Hei amico non preoccuparti,
anche io facevo così. P

oi mi bruciava la parte superiore del pene, e mi bruciava da morire la vescica. Devi smetterla seno propio come me puoi rischiare di prendere infezione alla vescica.
Poi è peggio perchè non puoi neanche masturbarti.
ciao amigo strano.........come me d'altronde.

Mi fa ridere il “poi è peggio”. Non lo devi mica fare perché altrimenti ti viene una cistite colossale o chissà che, no no, la cosa peggiore in assoluto è che magari dopo non ci si può masturbare –.-‘ 

Domanda importante per i ragazzi rispondete seriamente e senza prendere in giro!vi è mai capitato di pensare

ad uomini durante la masturbazione anche se siete etero ?siate onesti grazie



Commenti:


si..avolgia.....specialmente se ti piace una ma quella non te la vole dare!! cmq potresti anche essere bisex, che problemi c'è!? ciao

si forse lo pensi xkè nn lo vorresti pensare e a tua volta nn telo evi dal pensiero a me è capitato a volte così ma io + cercavo d pensare ad un a bella donna nuda e + continuava poi ho visto un film porno del genere lesbico e nn ci ho pensato + prova ke funziona. Portati delle foto di donne nude vicino a te mentre tele fai e vedi ke poi nn ti capita + nn bisogna immaginare solo ma vedere anke.

Qua ci troviamo di fronte a dei futuri Povia. Se una non te la da è meglio se ti masturbi pensando a un uomo. Fila no? Per quanti di voi non succede così?
Il secondo invece sembra esprima a “parole” sue una teoria del nostro amico Nicolosi. Tu ci pensi perché non dovresti farlo, ma attento ci sono parecchi modi per uscirne.

Domanda sulla masturbazione.

ciao a tutti ho 12 anni e mi masturbo è da poco che ho cominciato a produrre sperma ma ogni volte che sento che sta arrivando e come se perdessi tutte le forze insomma mi sento stremato e poi ne esce un po poco la maggiorparte e come se rimanesse dentro...e normale il fatto che mi senta un po stremato ? e che ne esce poco?

Commenti:

Guarda che se non ti tieni un pò a freno rischi di diventare un pervertito...

si ..e' normale..sei in sviluppo ancora..xcio' ti esce poco..ma cerca di evitare la masturbazione ,almmeno cosi' spesso..sei ancora ''piccolo'' x masturbarti cosi spesso..cmq,la trovo conveniente se parli con i genitori,anke se prima ti sembra difficile..vedrai ke ti capiranno!!!

........................................... allora stremato è una parolona ............. magari ti senti un po debole ma è normale visto l'eta che hai comunque non preoqquparti con il tempo cambia tutto....... fidati.....

 


Incredibile che nel 2009 ci sia ancora qualcuno che pensi che masturbarsi sia una perversione. La seconda, sublime. Parlane con i genitori, vedrai che capiranno? Ma è rincoglionita? Io non posso non immaginare la scena: “Mamma mamma, oggi mi son fatto una pippa, ne parliamo?”. Brrr non so voi ma io, pur nella consapevolezza che i nostri genitori sapevano, ho fatto sempre di tutto per evitare che mi beccassero. E del terzo volevo solo sottolineare l’ignoranza grammaticale. E’ preoQQupante il livello di alfabetizzazione italiano.


Gigi

Sound of music

Se solo potessimo fermare il frenetico tram tram quotidiano e metterci tutti a ballare in un ideale abbraccio collettivo senza odio e discriminazioni


MirkoS

sabato 18 aprile 2009

30 giorni di blog

E’ ormai passato un mese da quando lo scorso 17 Marzo prese il via questo nostro progetto. Nato dall’idea di entrambi di poter scrivere e condividere pensieri, momenti, gioie e racconti di vita quotidiana per puro svago e piacere personale. A distanza di un mese appunto, abbiamo deciso di dirvi GRAZIE. Perché ci seguite con costanza, ci leggete con interesse e siete sempre e comunque disposti a confrontarvi con noi riguardo gli argomenti più disparati.
Da buon amante dell’auditel lo faccio rendendovi partecipe delle statistiche di questo mese:


Visite totali:
1786
Pagine viste: 3846
Record accessi totali in una giornata: 4 Aprile, 88 accessi.
Accessi minimi in una giornata: 17 Marzo (primo giorno)
33 accessi.
Media giornaliera accessi:
superiore a 50
Record visitatori online nello stesso momento:
22 (si son malato, ero talmente contento che ci ho fatto uno screenshot!)


22 accessi ridotto
Record commenti in uno stesso post: 18, post sull’utilizzo dei cosmetici.


I modi in cui veniamo raggiunti più frequentemente sono:

1) tramite google.com con 91 visite.
2) tramite poraccia’s cove con 79 visite (Grazie Alessio e Angelo per il link).
3) tramite s-kram.blogspot.com con 43 visite (Grazie Marco)
4) tramite i-sim86.com con 38 visite (Grazie Simone)

Il resto è dato dalla somma dei profili dei vari lettori, da commenti su altri blog e da numerosi link.

Alcune curiose chiavi che ci hanno permesso di essere raggiunti tramite i vari motori di ricerca:


Moana Pozzi (incredibile quanto tiri anche da morta!)
Cazzi maschili youtube (per non smentirci mai)
Confezioni arancioni pillole (forse aveva ragione Simone, le pillole del logo sono simili a quelle di ecstasy)
Gilet da truzzo
Kinder pasqua simpson bart (son contento che la mia sorpresa inutile sia in realtà servita a qualcosa)


----------------------------------------------------------------------------


Questo Blog è nato senza pensarci troppo, senza programmare cosa volessimo scrivere o cosa evitare, non avevamo intenzione di far concorrenza a nessun blog nè tantomeno sostituirci ad altri. E' nato come una piccola lavagna virtuale dove poter scrivere tutto quello che ci passava per la testa: aneddoti personali, pensieri, video o immagini trovate nella rete che ci hanno colpito, una sorta di piccolo spazio dove confrontarsi, dialogare e, perché no, fare anche nuove conoscenze e magari anche amicizie.



Uno spazio tutto nostro nello spazio sconfinato della rete internet dove potersi anche sfogare un pochetto e quando dico "tutto nostro" intendo dire non solo mio e di Gigi, ma uno spazio che appartiene anche a voi lettori, che attraverso i vostri commenti, la vostra partecipazione rende il blog un'entità viva piuttosto che uno sterile elenco di post.



Grazie a tutti ;)



Gigi & MirkoS

Chirurgia plastica

Anche Rupert Everett decide di togliere qualche ruga e ringiovanire un pò:

Prima e dopo l'intervento
MirkoS

Ce l’hanno fatta…

Ebbene si, ci hanno tentato per cinque lunghi anni in tutti i modi. Telefonate, lusinghe, rassicurazioni, regali e oggi ho finalmente ceduto. Non so perché, non hanno nemmeno dovuto insistere tanto. Hanno beccato il momento più adatto. E ora che

è finito tutto mi ritrovo qcalcio

ui, a scrivere con le gambe pesanti tre quintali, un polso semidistrutto, le ginocchia completamente devastate e un infarto scampato. Gigi è sceso in campo e per un’ora ha rincorso quella maledetta sfera rotonda, senza la quale un buon 80% dei maschi eterosessuali italiani non avrebbe ragione d’esistere.

Spento il lettore mp3 che mi sparava nelle orecchie entrambe le sigle di Holly e Benji, nel vano tentativo di esorcizzare la paura pre-partita (sperando comunque di non far la fine di Julian Ross) ho respirato a pieni polmoni un sano etero cameratismo maschile. (Che tuttavia non mi ha impedito di eleggere mister culo e mister pacco, sia chiaro). 
Il motivo per cui non giocavo a pallone da cinque anni l’ho ampiamente dimostrato stasera. C’era chi sperava fossi la Susan Boyle del pallone, ma io in cuor mio sapevo di essere la Lecciso con in mano le punture di botox. Effetto devastante. La mia partita si può riassumere in un cross in mezzo all’area di rigore dal quale è scaturito un tiro fortunosamente parato dal portiere avversario, e un maledetto palo colpito in scivolata sull’errore di un mio compagno di squadra. Mi sto vantando delle mie azioni calcistiche. Il Narth si sta impossessando della mia omosessualità. Bilancio immediatamente. Son caduto un numero spropositate di volte, l’erba era sintetica e bagnata. Correndo all’indietro non mi sono accorto dell’avversario che mi marcava stretto e ci siam praticamente scontrati con relativo ruzzolone. Stretta di mano maschia e ci siam tirati su. Dico, fosse stato bono. Pensavo di essere totalmente arrugginito, invece son riuscito a smarcarmi spesso, con relativa preoccupazione dei difensori avversari che gridavano ogni due per tre “marcate quello laaaaaaa”. Ma che cazzo marcate, ma non lo vedete che sono una capra? Mi definirei quasi “la Carfagna del calcetto”. Ovviamente parlavo di incompetenza, meglio specificare per i malpensanti che popolano questo blog. (Manu, non sentirti colpito eh!).



Non credevo di divertirmi così tanto. Ho le stigmate sulle ginocchia come non mi capitava da quando giocavo ad acchiaparello nella via sotto casa. Ah, bei tempi. All’epoca avere le gambe martoriate era uno status symbol. Più eri devastato più eri figo, se non altro avevi qualcosa da far vedere. Se poi imploravi i tuoi di inondarti di Mercurocromo, con conseguente chiazza rossastra che ti colorava per giorni, eri quasi un dio. E lì a dire agli amichetti “io ce l’ho più grande gne gne gne”. Un pò come succede ora. Solo che tra bambini la sfida era palese e sotto gli occhi di tutti. Oggi ci si vanta comunque delle dimensioni e mai nessuno lo tira fuori.

 



E su queste riflessioni notturne vado a dormire. Ah e sia chiaro, sono aperto ad ogni tipo di sfida.

Buonanotte


Gigi

venerdì 17 aprile 2009

Intimo

Un pò di idee per scegliere l'intimo, il pantaloncino e il costume più adatto da indossare nelle giuste occasioni.

Le foto sono cliccabili per apprezzare meglio i capi di vestiario.

Ruben Cortada1 Ruben Cortada2 Ruben Cortada3 Ruben Cortada4 Ruben Cortada5 Ruben Cortada6 Ruben Cortada7 Ruben Cortada9 Ruben Cortada10 Ruben Cortada11 Ruben Cortada12 Ruben Cortada13 Ruben Cortada14 Ruben Cortada15 Ruben Cortada16 Ruben Cortada17Ruben Cortada21 Ruben Cortada20Ruben Cortada19 Ruben Cortada18


MirkoS

Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Gli Autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi agli Autori di questo blog, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore può contattarci per chiederne la rimozione.

Hottest Men

Blogger templates made by AllBlogTools.com

Back to TOP