venerdì 31 dicembre 2010

3, 2, 1... Buon Anno


A me gli anni dispari fanno sempre un po' paura, mi autoconvinco che non sono un superstizioso, che non credo agli oroscopi nè tantomeno che passare sotto una scala porti sfiga, che non bisogna partire o sposarsi di martedi e di venerdi, ma alla fine da portatore sano di sangue partenopeo mi dico sempre "non ci credo, ma è meglio evitare".

Sono nato in un anno pari e già questo è un punto a favore per gli anni pari, partito per New York in un anno pari, laureato in un anno pari, fatto due esperienze lavorative all'estero molto formative in anni pari, conosciuto dei stupendi ragazzi del blogalquadrato (compreso Gigi) in un anno pari e... tanto, tanto altro.

Invece gli anni dispari sono stati sempre portatori di sventure. Per non andare troppo indietro negli anni, perchè altrimenti le lingue maligne possono pensare che io sia "anziano", il 2001 è stato l'anno del crollo delle Torri Gemelle, nel 2005 muore Papa Giovanni Paolo II, perdo il mio nonno preferito in un anno dispari, subisco dei trasferimenti di sede di lavoro proprio in anni dispari... insomma cose non molto carine.

Sicuramente sono state solo delle coincidenze e sicuramente non ricordo le cose cattive che forse sono capitate anche negli anni pari. Detto ciò e senza tediarvi oltremodo, andando contro ogni sventurata previsione negativa voglio augurare a tutti voi un bellissimo anno 2011 pieno di serenità e felicità, magari anche con qualche interessante vincinta al superenalotto.

Tanti auguri da

Image Hosted by ImageShack.us Gigi & Andrea

giovedì 30 dicembre 2010

Fotolibro


Qualche anno fa - in gita, in vacanza, durante una festa - prima di scattare una foto si faceva attenzione all'inquadratura, alla luce, che tutti quanti avessero gli occhi aperti. Tutto ciò fondamentalmente per due ordine di fattori: il rullino aveva al massimo 24 o 36 foto e lo sviluppo delle foto costava.

Oggi invece con le digitali, che hanno eguagliato se non anche superato le fotocamere tradizionali, non abbiamo più problemi di quanitativi perchè con una piccola scheda di memoria riusciamo a fare centinaia di foto e dal fotografo portiamo a sviluppare solo quelle venute bene e che ci piace avere come ricordo.

Ed è proprio questo il grosso problema delle fotocamere digitali ovvero che molto spesso ci si dimentica, per pigrizia o per un fatto economico, di far stampare i propri scatti digitali. Allora li salviamo sull'hard disk oppure su CD-Rom finendo a volte per dimenticare finanche dove le abbiamo salvate. L'altro aspetto negativo è che abbiamo bisogno sempre di un supporto digitale per farle vedere agli amici, ai parenti, ai nonni, ai genitori.

Può sembrare strano che uno come me, sfegatato fan dell'elettronica e della tecnologia, possa essere ancora legato alla fotografia stampata. Ebbene sì, a me piace ancora gustarmi le foto comodamente in poltrona, con una musica di sottofondo e far affiorare ricordi belli seppur nostalgici. Quindi, sono a favore della foto stampata.

Ma potevo rimanere fermo alle solite foto stampate a mo' di cartoline? Proprio no, ed ecco che mi venne qualche anno fà l'idea di realizzare un fotolibro dove per fotolibro intendo un vero e proprio libro. Non un libro su cui vengono appiccicate le foto tipo album fotografico oppure una semplice rilegatura di foto stampate su carta fotografica, ma intendo proprio un libro tipo quelli che troviamo sugli scaffali in libreria alla voce arredamento o paesaggi o, appunto, fotografia.

Ho girato su internet alla ricerca di una buona "stamperia", ho provato a farmene stampare alcuni con scarsi risultati fino a quando non ho conosciuto il sito di MyPhotobook Loro sono tedeschi, parlano però bene l'italiano, e stampano proprio ciò che io cercavo. Anche Apple fa qualcosa di simile, l'unico problema è che loro si fermano a 100 pagine invece con MyPhotobook puoi arrivare fino a 250 pagine.

Il software per la realizzazione del fotolibro è scaricabile dal sito internet ed è molto semplice da usare, poi naturalmente il risultato finale della composizione dipende tutto dalla fantasia dell'autore. Credetemi è molto bello poter prendere dalla libreria il proprio fotolibro, sedersi sul divano e iniziarlo a sfogliare magari con qualche persona cara vicina con cui poter condividere quelle foto.

Sembra un post promozionale ahahahah ma non lo è affatto, invece è un invito a non disperdere le vostre foto digitali per i meandri delle cartelle del computer, ma di tenerle gelosamente custodite in un bel fotolibro....e chi magari vuole provare a realizzare un fotolibro regalo un buono sconto di 10 euro che mi è stato inviato da MyPhotobook codice SXZ358IT da inserire al momento dell'ordine.

Image Hosted by ImageShack.us

lunedì 27 dicembre 2010

Amate il cinema? Passate a Tre

Beh! Come sono andate le feste? Avete incontrato tutti i parenti che non vedevate da una vita e scambiati ipocriti auguri? Vi siete mangiato l'immangiabile? Ma soprattutto, Babbo Natale ha esaudito tutti i vostri desideri? e se non l'ha fatto non disperate perchè c'è sempre la vecchia bacucca della Befana pronta a rimediare.

Che si fa di solito durante le vacanze? Si va anche al cinema ed allora mi sono chiesto perchè non dare dei consigli ai "pillolini" su come andare al cinema gratis? Ed eccomi qua. Fino al 31 gennaio 2011 acquistando una nuova scheda telefonica della TRE riceverete anche una card per andare al cinema una volta a settimana completamente gratis a patto che effettuiate almeno una ricarica mensile. Il taglio minimo di una ricarica è di 5 euro (solo online però perchè in edicola o in tabaccheria il taglio minimo è di 10 euro), con cinque euro potete andare al cinema per ben 4 volte al mese. Se condiserate che qui a Roma un biglietto costa 8 euro, salvo sconto studenti che lo fanno scendere a 4/5,50 euro, io direi che è proprio un bel risparmio.

Ma dov'è la fregatura? A parte la ricarica mensile (se vi dimenticate, la card viene disattivata fino a quando non fate la ricarica), potete andare solo nei cinema convenzionati con Tre, il cui elenco lo trovate sul sito GrandeCinema3 e potete vedere solo i film scelti da Tre. Se però consideriamo tutti i film che sono stati offerti nel 2010 diciamo che la scelta è stata molto ampia.

Chi ha un iPad è ancora più fortunato, infatti può sfruttare la ricarica da 5 euro mensile per attivare la SuperInternet con 3 Gb al mese di navigazione internet al costo proprio di 5 euro, quindi il cinema praticamente è a costo zero :-)

E allora, chi viene al cinema?

Image Hosted by ImageShack.us

sabato 25 dicembre 2010

Buon Natale 2010

Auguro a voi tutti un sereno Natale e buone feste a chi invece non è credente

Image Hosted by ImageShack.us

venerdì 24 dicembre 2010

Idee regalo all’Autogrill.

Mancano due ore alla chiusura dei negozi e hai già svuotato il tuo portafoglio con i regali per parenti amici? Non hai più un centesimo ma non vuoi rinunciare alla magia del Natale? Autogrill ti viene in soccorso:

Regalati M.
Per info chiedete pure. Il numero l’ho preso coff coff.

Gigi

Tanti auguri da….



Gigi

giovedì 23 dicembre 2010

Una parvenza di vita sociale.

Finalmente il paese si ripopola. Gli amici tornano a casa dopo aver abbandonato temporaneamente le città nelle quali studiano, la maggior parte fuori dalla Sardegna. Mi sento un pochino meno solo. Non c’è niente di più bello di una serata senza pensieri, leggera, tra una pizza e tante birre a parlare con persone che magari non vedi da settimane ma che è come se avessi visto il giorno prima. Tra non molto passeranno a prendermi. Volete sapere come mi sento? PRONTO. Esattamente come lei:





Gigi

mercoledì 22 dicembre 2010

A.A.A piccioncini cercano casa.


Come ho detto giorni addietro, sabato è ufficialmente iniziata la ricerca di casa con la visita al primo appartamento proposto dall'agenzia. Erano le 17.30, la mediatrice immobiliare ci attendeva sotto una piccola palazzina non tanto lontano dal centro città per mostrarci la prima proposta. Ammetto di essere stato abbastanza emozionato; da tanto io e Gigi parlavamo di questa famigerata ricerca di casa e finalmente il momento tanto atteso era arrivato.



Incontrato il proprietario di casa entriamo in quello che si rivela un piccolo cortile comune e attraverso una scala esterna saliamo al primo piano dove si trova l'appartamento; nel tragitto la mediatrice ci ricorda la proposta: 45 mq di appartamento per una richiesta di 79.000 euro.

Ci siamo, il proprietario apre la porta ed entriamo... da subito si capisce la principale caratteristica dell'appartamento... Una vecchia topaia! Si purtroppo non si può definire altrimenti, mi ero già fatto un'idea sommaria di quello che avrei trovato, anche perché in effetti, 45 mq son pochini ma dal vivo era ancora più piccolo di quanto avevo immaginato.

Abbiamo impiegato per vederlo fin nei minimi particolari lo stesso tempo che voi avete perso per leggere queste poche righe.

Ma andiamo ad elencare le caratteristiche dell'appartamento nel dettaglio:

- 45 mq calpestabili che secondo l'architetto, alias mio papà, sono molti meno, a meno che, non possano calpestare anche i muri.
-

l'appartamento è ristrutturato, ma ristrutturato male, crepe nel muro e muffa negli angoli non danno per niente una buona impressione.

- il bagno è cieco e va bene tutto ma (e qui ci scappa lo scoop) io e Gigi caghiamo come orsi e rischieremmo di dover contrarre un secondo mutuo per comprare gli Air Wicks!

Salutiamo, comunichiamo che ci penseremo un po' su (ma anche no) e torniamo a casa un pochetto delusi cercando di autoconvincerci che non si può trovare l'appartamento ideale al primo colpo.

E arriviamo a martedì e al secondo tentativo, grazie ad un'ora di permesso concessami da quella buon’anima del mio capo, intorno alle 15.00, con un buon quarto d'ora di anticipo, mi reco sempre con mamma al seguito, presso una palazzina degli anni 60 abbastanza ben tenuta. Appena scesi dall'auto, mia mamma, a fronte della brutta esperienza del primo appuntamento saltato, si fionda come una faina a leggere tutti i cognomi sui campanelli stendendo una breve statistica sulle provenienze dei vari condomini e suddividendo i malcapitati secondo i continenti per gli stranieri e per regione gli italiani.

Arriva finalmente la mediatrice immobiliare che ci fa entrare nello stabile cercando di riepilogare anche in questo caso le principali caratteristiche dell'appartamento quando, il generale in gonnella, la interrompe con un “senta ma qui le spese condominiali le pagano?” E' ossessionata povera donna.

Tranquillizzata e rassicurata anche dal fatto che, nel caso lo ritenessimo opportuno, potremmo parlare con l'amministratore del condominio, la povera indiziata prosegue nel suo riassunto: bilocale, 77 mq parzialmente da ristrutturare, cantina e posto auto condominiale, 60 mila euro ma trattabili a 50 mila, terzo piano senza ascensore, sia ringraziato il giorno che ho smesso di fumare!

Finalmente entriamo e iniziamo la visita che decisamente dura più a lungo della precedente; Sicuramente da ristrutturare il bagno e la cucina che presenta ancora il lavello di muratura classico del dopoguerra, ma come direbbe la Maionchi “mi è arrivato”. Contrariamente al precedente riesco a fantasticare su un possibile futuro in quell'appartamento pensando da subito che, visto il costo contenuto, si possa ristrutturare secondo il nostro gusto personale.

Settimana prossima, in attesa di fissare altri appartamenti, tornerò a visitare quest'ultimo con l'architetto-papà che dovrà fare un rapido preventivo dei lavori necessari per eliminare le piastrelle verde pisello della cucina, quelle rosa maiale del bagno e il pavimento color marrone bara.

Spero di riuscire a scattare qualche foto da mostrare a voi ma soprattutto al possibile altro inquilino.

In attesa di aggiornamenti...

Buon Natale a tutti voi pillolotti :)

Andrea

Scelte sbagliate

A volte è meglio non fare certi giochini, ci potrebbero essere delle imbarazzanti sorprese :D


Image Hosted by ImageShack.us

Silvio Babbo Natale

Alle 37 donne del Parlamento, Babbo Silvio regala per gli auguri di Natale un anello tricolore da 1.400 euro, mentre a tutti gli altri parlamentari del PDL - comprese le donne, quindi regalo doppio per loro - in regalo un fiammante e tecnologico iPad dal costo di 800 euro.
Un Anello per domarle, un Anello per trovarle, un Anello per ghermirle e nel buio incatenarle [Spinoza cit.]

In un Paese in cui si fa fatica ad arrivare a fine mese, dove la disoccupazione avanza senza freni, dove la contestazione sociale cresce sempre più, sarei del parere di evitare di ostentare la propria ricchezza. E' pur vero che 2.000 euro per Berlusconi sono bruscolini, però visto che ricopre una carica istituzionale che dovrebbe salvaguardare gli interessi e rendere migliore la vita degli italiani, in un momento di crisi in cui viviamo sarebbe stato più apprezzato se si fosse limitato a regalare alle sue deputate e senatrici un modesto omaggio floreale.

E' moralmente scorretto far passare queste immagini in televisione o suoi giornali quando invece gli italiani hanno tantissimi problemi economici. Il costo di quell'anello rappresenta la tredicesima di un precario che ha lavorato per un anno intero e che non ha la sicurezza di lavorare anche per il prossimo anno. Non dico che il problema si sarebbe risolto se Silvio non avesse fatto questo regalo, ma credo piuttosto che i nostri politici dovrebbero dare un esempio di parsimonia perchè altrimenti si crea un distacco netto tra il paese e la casta dei politici ricchi, potenti e privilegiati.

Image Hosted by ImageShack.us

martedì 21 dicembre 2010

Cose da pazzi (Riforma Gelmini)


Oggi stavo seguendo la seduta del Senato in merito alle votazioni sul disegno di legge della riforma Gelmini. Ad un certo punto la seduta è stata sospesa per 10 minuti per poi prolungarsi per oltre un'ora in quanto il testo che stanno esaminando, già approvato dalla Camera dei Deputati, contiene un vero e proprio pasticcio.

Senza scendere troppo nel difficile e nei particolari, in pratica il Parlamento Italiano sta votando una legge all'interno della quale un articolo modifica un altro articolo di una vecchia legge del 2005, poi sempre nel testo della riforma Gelmini un articolo abroga quell'articolo del 2005 che la stessa riforma sta modificando. Praticamente un guazzabuglio che non finisce più. Chi si troverà ad applicare questa legge potrà decidere se ritenere l'articolo in questione abrogato oppure considerare l'articolo modificato.

Forse non c'avete capito una mazza perchè non sono stato chiaro, però credetemi è ancora più complicato e contorto il testo di questa legge. Sicuramente verrà votata con questo "errore" perchè altrimenti bisognerebbe rimandare la legge nuovamente alla Camera dei Deputati per una nuova approvazione. Pur di non farlo creeranno un precedente storico che solo il Governo Berlusconi avrebbe potuto creare.

Per chi vuole approfondire l'argomento può visionare il testo che il Senato sta esaminando e leggersi l'art. 6, comma 5 e poi l'articolo 29, comma 11, lettera c)

AGGIORNAMENTO
Nella sua furia inarrestabile, la Vice-Presidente Mauro ha dichiarato approvati erroneamente 4 emendamenti del PD e se ciò venisse confermato la legge dovrebbe passare alla Camera dei Deputati e quindi non entrerebbe in vigore. Purtroppo attualmente il Presidente Schifani vuole obbligare a far rivotare e quindi punto e a capo.

Image Hosted by ImageShack.us

Le tette di Raffaella Fico.

Lo vogliamo fare un bel regalo a tutti quegli eteroni che capitano su blog in pillole cercando “foto di Sabrina Musiani al mare” (giuro) con un bel paio di tette spiattellate in tv “per errore”? E facciamolo va, è Natale, arrivano con furore le poppe di Raffaella Fico, anzi una, ma meglio di niente.

<\/param><\/embed><\/object><\/div>";" src="http://lh4.ggpht.com/_dYwLOK8KYm8/TRC2YtFJrTI/AAAAAAAAAwM/kWPsWeP-lto/videobd2c2cd97441%5B2%5D.jpg?imgmax=800" style="border-style: none;" galleryimg="no" alt="">



Cosa non si fa per l’audience…

Gigi



VIDEO CENSURATO DA YOUTUBE
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
Non vorrei mai che Gigi fosse assalito da degli etero super incazzati pronti con il manganello da 30 centimetri, quindi gli corro in aiuto e vi pubblico il video censurato da YouTube, che ora per un innocente capezzolo elimina video dalla rete....dove finiremo mai!!!


Image Hosted by ImageShack.us

Le prostitute patrimonio dell'umanità


Allora!..... premesso che è tutta colpa di Rio Pacheco e Mau che hanno segnalato questo video su Facebook, ma io mi domando: ma queste persone che fanno questi video esistono veramente o sono solo degli elaborati informatici di una qualche mente diabolica?

Image Hosted by ImageShack.us

lunedì 20 dicembre 2010

Babbo Natale decapitato da Lady Gaga


Lady Gaga colpisce ancora con un'altra delle sue trovate. Durante uno spettaccolo del suo ultimo Tour stacca a morsi la testa di un Babbo Natale che gli viene lanciato dalla folla e non contenta lo calpesta con i suoi tacchi. Poi dirà che a le piace il Natale e che questo gesto l'ha fatto solo per far felici tutti quelli che questo Natale lo festeggeranno da soli.

A me sembra piuttosto patetica, un gesto questo più per farsi pubblicità che per far felice chi a Natale è solo. Se ci tiene tanto alle persone sole allora a Natale si desse da fare per farle veramente compagnia e non certamente prendendo a morsi un bambolotto.

Spero di non aver offeso i fans della Lady :P

Image Hosted by ImageShack.us

L'Albero dei desideri

Ogni anno alla Stazione Termini di Roma viene addobbato un grande albero di Natale dove ormai è consuetudine appendere tanti bigliettini, fogli, post-it, addirittura biglietti del treno dove vengono riportati i desideri più intimi, le aspettative, i sogni delle persone, grandi e piccine, che per un motivo o per l'altro si trovano a viaggiare e a passare di qui

Tra tutti questi foglietti, che sono bellissimi, ci starei ore ore a leggerli se non fosse che così facendo perderei il treno per tornare a casa, ecco dicevo che tra tutti questi foglietti

ne ho trovato uno in particolare che mi ha fatto sorridere perchè ho subito pensato ai due piccioncini del blog Gigi&Andrea :)

non so' se l'ha appeso veramente Gigi, però mi piace credere che sia stato lui in uno dei sui viaggi "toccata e fuga".

Image Hosted by ImageShack.us

domenica 19 dicembre 2010

I cinepanettoni 2010

E anche quest'anno ci dobbiamo sorbire gli immancabili cinepanettoni di fine anno. Ha iniziato Boldi con largo anticipo per evitare la concorrenza spietata dei concorrenti con A Natale mi sposo
Sono andato a vederlo appena uscito grazie a un biglietto gratis offerto da GrandeCinema3. Come al solito nulla di che come film, un'accozzaglia di battute tra una scena e l'altra senza nè capo nè coda. Giusto per farsi due risate, ma sicuramente non vale gli 8 euro del biglietto. E perchè dovrei farli spendere a voi? Se qualcuno vuole avere un assaggio di questo film:

CD1
Parte 1
Parte 2
Parte 3
Parte 4
Parte 5

CD2
Parte 1
Parte 2
Parte 3

E poteva mancare il diretto concerrente di Boldi? L'ennesimo film firmato De Laurentiis? Certo che no. Eccovi Christian De Sica con un Natale in Sud Africa:

Parte 1
Parte 2
Parte 3
Parte 4
Parte 5
Parte 6
Parte 7

Anche loro, Aldo Giovanni e Giacomo, hanno iniziato a fare i cinepanettoni, forse ormai non hanno più quella comicità e spontaneità dei loro primi film. Sinceramente li preferisco a teatro. Ma se proprio ci tenete a vederlo, eccovi La Banda dei Babbi Natale:

Parte 1
Parte 2
Parte 3
Parte 4
Parte 5
Parte 6
Parte 7

Image Hosted by ImageShack.us

sabato 18 dicembre 2010

Gigi, Sabrina Musiani e Valentina Ok.

Quando mi metto in testa qualcosa sono più testardo di un esercito di muli. Questo post vuole essere una sorta di appello alla signora Musiani affinché con prove evidenti stabilisca una volta per tutte la paternità della canzone “La Ficcanaso”. Prove che sarò ben lieto di pubblicare qui, in questo blog, da qualche giorno diventato una piccola fonte di popolarità per la signora Sabrina Musiani appunto. Prove delle quali necessitano i numerosi fan di Valentina Ok che giustamente commentano i vari post che riportano questa canzone sotto la paternità della Musiani. Commenti del genere sono finiti anche direttamente sotto il video in questione pubblicato su youtube. Ecco un esempio con tanto di replica:

commento2
Mentre leggevo il secondo commento sono stato assalito da un dubbio. Dove ho già letto la conclusione? Quel “tanto per chiarezza” buttato lì. Si, in un commento qui, su questo blog che per scherzare avevo attribuito alla stessa Sabrina Musiani…ma vuoi vedere che scherza scherza…

tanto per chiarezza
Sono andato così a recuperare il link del canale LAFICCANASO creato giusto il 16 Dicembre 2010, dopo il boom della canzone sul web, verosimilmente gestito da Sabrina Musiani o da chi ne fa le veci, che presumibilmente è la stessa persona che ha scritto il commento sopracitato su Blog in Pillole.   

Ergo a questo punto la domanda sorge spontanea, Cara Sabrina, ma visto e considerato che la canzone “La Ficcanaso” è già stata incisa su disco e commercializzata dalla cantante neomelodica napoletana Valentina Ok, perché non ammettere candidamente che si tratta di una cover, o perché non spiegare CHIARAMENTE perché Valentina Ok si è vista defraudata dei diritti di tale canzone, ripeto, già presente in un suo cd?


Qui c’è gente che non ci dormirà la notte. Attendiamo fiduciosi una risposta. Evviva il trash, sempre sia lodato. 

Gigi

venerdì 17 dicembre 2010

E’ arrivata!

151220102139 151220102133 151220102134
Ho provato a modificare le impostazioni in modo che si possano ingrandire. Cioè, almeno secondo me, poi non so se ci sono riuscito!

Gigi

giovedì 16 dicembre 2010

A.A.A Piccioncini cercano casa.


Se “il buongiorno si vede dal mattino” finiremo per abitare sotto un ponte! Come potrete ben capire l'appuntamento di oggi che avrebbe dovuto dare il via ufficiale alla ricerca di casa non è andato come speravo, in realtà proprio non c'è stato. Motivo? Beh ieri mia mamma parlando a lavoro dell'appuntamento di oggi ha scoperto che una sua collega abita nel palazzo di fronte a quello proposto dall'agenzia; veniamo quindi a scoprire che la palazzina è abitata da tante famiglie di africani e fin qui, non volendo fare il bue che da del cornuto all'asino, faccio il maturo e non faccio il razzista, alla fine conosco tante persone straniere e son tutte brave persone, perchè non dovrebbero esserlo anche queste?!? Ahimè a sto giro non è così, sia anche solo per mancanza di soldi, tutti i condomini non pagano le spese condominiali da circa un anno con la conseguenza che da circa due mesi sono senza riscaldamento; quindi... seppur ritengo romantica la filosofia del “due cuori e una capanna” aspiro, senza chiedere troppo, ad un qualcosa che ricordi almeno il tugurio del Grande Fratello!

La mia cara mamma appena arrivata a casa da lavoro non ha perso tempo e ha chiamato l'agenzia immobiliare spiattellando in faccia all’impiegato di turno, con il tipico tono di chi ha frequentato Oxford, l'amara scoperta e annullando l'appuntamento fissato poco tempo prima; dopo mille scuse e qualche tentativo di farle credere che l'agenzia non era al corrente di queste informazioni (ma mi faccia il piacere!) ci propone un nuovo appartamento da visionare per sabato alle 17.30 e, non avendo nulla da perdere decidiamo di accettare.

L'appartamento sarà in condivisione con una famiglia di topi oppure è subaffittato da alieni per esperimenti intergalattici?

Vi faremo sapere... per il momento incrociate l'incrociabile per me.

Andrea

La Ficcanaso, Sabrina Musiani vs Valentina Ok

Postata qualche giorno fa, la nuova hit di Sabrina Musiani, “La Ficcanaso” ha riscosso un notevole successo, con quasi 150.000 visualizzazioni su youtube in meno di una settimana. Ma non tutti sanno che questa canzone è in realtà una COVER.
La stessa Musiani, tra l’altro sulla sua pagina facebook si bulla d’averla scritta lei. Ma l’originale è cantata dalla trans Valentina Ok, cantante neomelodica Napoletana, balzata agli onori della cronaca non troppo tempo fa, in quanto presunta ex fiamma del tronista Giuseppe Mazzitelli.

Chi spacca di più ragà?

Valentina:

<\/param><\/embed><\/object><\/div>";" src="http://lh6.ggpht.com/_dYwLOK8KYm8/TQl3u8KRzTI/AAAAAAAAAvc/bRxPIj89S3M/videob982ecad6e6d%5B2%5D.jpg?imgmax=800" style="border-style: none;" galleryimg="no" alt="">

O Sabrina, con lo speciale corpo di ballo, in un’esibizione tutta nuova?

<\/param><\/embed><\/object><\/div>";" src="http://lh5.ggpht.com/_dYwLOK8KYm8/TQl3wfeuQbI/AAAAAAAAAvg/8aDyfZosPpM/videof3adb06ff4d6%5B2%5D.jpg?imgmax=800" style="border-style: none;" galleryimg="no" alt="">

Eh domande difficili oggi. Si si. Buona Giornata a tutti!

Gigi

mercoledì 15 dicembre 2010

A.A.A. Piccioncini cercano casa.


Non è un’idea proprio originale, già qualcuno l’ha fatto prima di noi, ma fa parte della mia vita come tutti gli avvenimenti, le persone, gli oggetti, i luoghi che anche solo per un post sono finiti su questo blog. Parlo della ricerca di casa appunto, in questo caso specifico un pochino differente dal solito, poiché segnata, come tutti sapete, dalla distanza. Nonostante tutto, resta un qualcosa che coinvolge direttamente due persone, che cattura gran parte dei loro pensieri, delle loro fantasie, delle loro chiacchierate, dei loro sogni. Due persone come ho detto poc’anzi, e per tale motivo, poiché il mio ruolo resta un pochino marginale rispetto a quello di Andrea, per questa rubrica dal titolo “A.A.A. piccioncini cercano casa” mi avvarrò proprio del suo aiuto e dei suoi racconti per descrivervi il difficile percorso di due ragazzi innamorati che hanno fatto dell’abitare insieme il loro sogno più grande. E come detto prima, lascio la parola ad Andrea.


Gigi



Se da qui ad un po' di tempo ruberò un po' di spazio a MirkoS e Gigi è perchè qualche sera fa mi è giunto il seguente messaggio: “Mi è balenata in testa un'idea... ti andrebbe di raccontare la ricerca di casa?”.



Beh forse prima di iniziare a raccontare questa benedetta ricerca di casa è il caso di presentarmi; sono Andrea, quel pazzo che circa un anno e mezzo fa ha preso un aereo per andare a conoscere il vostro amato Gigi, col quale, dopo averlo baciato nei cessi dell'aeroporto di Cagliari dopo neanche 5 minuti, ci si è fidanzato e lo sopporta ormai da 18 mesi.

Gigi vi ha raccontato nei minimi dettagli ogni sorta di sfumatura della nostra storia come i migliori protagonisti del Grande Fratello e, a fronte di ciò, per continuare la tradizione, abbiamo deciso di voler condividere con voi di Blog in Pillole la ricerca del nostro nido (la grandezza vista la disponibilità economica sarà questa) d'amore.

Abbiamo sostanzialmente parlato fin dall'inizio della nostra storia di quanto sarebbe stato bello andare a vivere insieme ma, se all'inizio questo pensiero era per lo più utopico, da qualche mese a questa parte ha assunto una sua forma. Dopo varie considerazioni e calcoli sulla possibilità di prendere un appartamento in affitto oppure comprarlo, sono giunto alla conclusione che è più conveniente indebitarsi con una banca da qui a quando tutti i miei poveri capelli avranno una colorazione grigiastra.

Avrei desiderato con tutto me stesso poter cercare casa girando le varie agenzie direttamente con Gigi ma per via della distanza che voi ben conoscete non è possibile farlo, quindi grazie a internet (sempre sia ringraziato) abbiamo iniziato a navigare fra i 1.249.264.735.173.030.863 siti di agenzie immobiliari per farci un'idea delle varie possibilità; selezionati alcuni appartamenti che più che accoglienti erano decisamente economici, mi presento nella prima agenzia per fissare gli appuntamenti accompagnato dalla suocera del sardo, all'oscuro del fatto che la casa che comprerò sarà il set di diverse sessioni di sesso sfrenato fra il suo amato figliolo e suo cognato... di cui ignora ancora l'esistenza.

Da qui all'acquisto definitivo di casa cercherò di raccontavi i fatti rilevanti e le emozioni che proveremo eliminando via via definitivamente la distanza e il patto, per giunta mai sottoscritto, di castità che pesa come un macigno sulla nostra storia.

Per il momento è previsto un primo appuntamento per domani che darà l'ufficiale inizio alla ricerca...Man mano che avremo nuove news vi faremo sapere.

Andrea

martedì 14 dicembre 2010

Un quarto di secolo…

 
Anche se mi aspettavo di festeggiare con ben altre notizie provenienti dalla Camera dei Deputati. Ah, e mio padre credo sia l’unico che si è dimenticato che 25 anni fa è appunto diventato padre per la prima volta :) Poco male…

Gigi

lunedì 13 dicembre 2010

A Natale puoi…ma vaffanculo va.


E bon, un Natale davvero carino questo. A casa nostra non s’accenderà e non brillerà nessun albero di Natale, tanto per cominciare. Nessun festone, nessun presepe, nessuna ghirlanda attaccata alla porta di ingresso, nessuna lucina colorata, come se fosse un periodo qualsiasi. Astro del Ciel, Venite Fedeli e quant’altro verranno sostituite da bestemmioni e puttane mandate qui e lì. Ahhh la gioia. Forse un pranzo fittizio con i parenti il 25, che è sempre meglio di due parolacce e un calcio in culo eh. Tra l’altro domani sarà pure il mio compleanno, non ho osato chiedere nulla, per evitare che mia madre mi azzannasse al collo costringendomi a chiamare l’accalappiacani per portarla via.
Eh ma ormai ci ho fatto l’abitudine. Sto pure pensando di crearmi un amico immaginario che attualmente rappresenterebbe il massimo della mia socialità. Comunque accennavo qualche post fa che le cose con Andrea non è che andassero benissimo. Fortunatamente ora abbiamo risolto tutto, però ci son stati parecchi giorni di tensione. E questo perché?


Perché alla fine sono uguale a mia madre. 


Se qualcosa non mi sta bene divento acido, rispondo male, me la prendo con chi mi sta accanto e faccio terra bruciata intorno. Dovrebbero tipo tagliarmi la lingua “in quei giorni”, o ficcarmi un tampax in bocca. Ma uno bello grande. E legarmi le mani, in modo da non inviare messaggi cupi e taglienti. Perché poi è tutta una catena, io sono la via di fuga agli sbalzi d’umore di mia madre e senza che me ne accorga, Andrea diventa la mia. Ma mica posso fare le cose per bene io, no c’è un poveraccio che si dedica completamente a me, che cerca in ogni modo possibile di dimostrarmi che c’è sempre, si uccide di lavoro per comprare casa, è dolcissimo, mi fa sentire amato e io lo tratto pure male.
Da prendere a sberle a due a due finché non diventano dispari.

Ma la questione non è solo questa. La lontananza purtroppo sta diventando sempre più frustrante, a volte mi indispone proprio comunicare per telefono, su msn, per sms, a volte non ho davvero voglia di stare seduto davanti al pc o di tenere in mano mezzo chilo di N70, vorrei solo buttarmi su un divano, pomiciare selvaggiamente e invitarlo a “trovare il modo di farmi stare zitto”.

Ah ovviamente per tutte le cose sopracitate mi son preso un mega cazziatone, durato un giorno intero, che io ho passato a piangere, come se m’avessero sfondato il culo con tre falli finti e che Andrea ha passato a vendicarsi di tutte le angherie subite in settimana. Diciamo che me lo sono meritato e che la prossima volta ci penserò due volte prima di far lo stronzo. Anche perché pare che la prossima volta non ci sarà…così mi è stato detto. Ma non mi va nemmeno di fare la prova.

E niente, si tira avanti diciamo. Prima o poi troverò anche la voglia di scrivere due maialate, sia mai che perda la mano. Nel frattempo, buona domenica a tutti!

Gigi

domenica 12 dicembre 2010

Pastore a Palazzo Chigi

Dopo il lavami sulla cupola di San Pietro, Iginio De Luca colpisce ancora proiettando su Palazzo Chigi un video di pecore pascolanti a significare che ormai tutti si sono ridotti a povere pecore pronte ad ubbidire al pastore Silvio


Image Hosted by ImageShack.us

Gli stambecchi


Saltano da una parte all'altra in cerca di erba migliore da brucare e non parlo delle graziose caprette che vivono sulle Alpi, ma più semplicemente dei nostri massimi rappresentanti in Parlamento ovvero di quegli onorevoli e senatori che negli ultimi giorni stanno dando uno spettacolo vergognoso mai visto negli ultimi anni.

Ravvedimenti, folgorazioni sulla via di Damasco, richiami a Dio, coscienze che si ribellano, è quello che sta capitando negli ultimi giorni. Sono stati votati da oltre due anni e mezzo nei loro rispettivi partiti, hanno sempre votato contro Berlusconi, ma solo oggi capiscono che si sono sbagliati e che la fiducia a Berlusconi la daranno giustificandosi con le più fantasiose orgomentazioni.

Ma chi sono questi soggetti? Iniziamo con i tre porcellini, qualcuno li ha definiti i tre tenori, ma per la porcata che stanno facendo l'epiteto più azzeccato è il primo.

Calearo (ex PD), Cesario (ex PD), Scilipoti (ex IDV). Sono usciti dai loro partiti e si sono uniti per formare, alla Camera dei Deputati, un gruppo misto "Movimento di responsabilità nazionale". Uno di loro è per l'astensione, l'altro per la fiducia e l'altro ancora per la sfiducia a Berlusconi. Un movimento formato da tre persone, con tre diverse posizioni... e me lo chiami di responsabilità nazionale? Ma ammesso per un solo secondo che questi tre furbacchioni abbiano la maggioranza nel Paese, ma come farebbero a governare avendo ognuno una posizione differente?

Nelle ultime elezioni politiche io ho votato IDV per essere stato deluso precedentemente da Veltroni con il PD ed ora vengo a sapere che il mio voto è servito a questo traditore per dare la fiducia a Berlusconi? Altro che agopuntura, io gli ficcherei un palo per il culo molto lentamente [scusate il francesismo, ma sono molto incazzato].

Qualcuno potrebbere dire ma anche Fini è stato un traditore. Non è proprio così perchè innanzitutto lui l'ha fatto in tempi non sospetti e non alla vigilia di un voto di sfiducia e poi Fini è stato messo alla porta da Berlusconi in quanto quest'ultimo non accetta alcuna forma di dibattito nel suo partito considerandolo come una sua azienda di cui ne è il padrone.

Ma chi sono gli altri voltagabbana dell'ultima ora, dalla facile folgorazione mistica (leggasi monetaria).

Antonio Razzi (ex IDV). Un altro che ha beneficiato del mio voto e che ora voterà la fiducia a Berlusconi.

"Ho sopportato la tua indifferenza ai miei sforzi di essere all'altezza, le mortificazioni e le offese più o meno esplicite sul mio conto [...] mia moglie ne sa qualcosa per essersi ammalata a causa delle mortificazioni procuratemi dal tuo comportamento" sono solo alcuni passaggi di una lettera strappalacrime di Razzi a Di Pietro. Conclude dicendo "Caro Antonio, non sono Pietro Micca. Non sono quello che lancia la stampella contro il nemico e decide di soccombere". A dire il vero era Enrico Toti e questa la dice lunga sulla preparazione culturale dei nostri politici.

Giampiero Catone (FLI). Arrestato a Roma nel 2001 per associazione a delinquere finalizzata alla truffa aggravata, falso, false comunicazioni sociali e bancarotta fraudolenta pluriaggravata oltre ad essere indagato per estorsione insieme al fratello Mario per aver spillato 118mila euro ad alcuni dirigenti Merker. Lui era nel PDL poi è passato con Fini, se votasse pro Berlusconi non mi scandalizzerei tanto.

E infine Maurizio Grassano (ex Lega Nord)

Ex Leghista ed ora Liberal-Democratico. Attualmente sotto processo per truffa aggravata ai danni del Comune dove ne era stato presidente del Consiglio comunale.

Con la legge elettorale attuale, se questi signori vengono candidati dal PDL, così come gli è stato forse promesso da Berlusconi per incassare il loro voto di fiducia, verranno nuovamente eletti anche contro la volontà degli stessi elettori del PDL visto che non è possibile esprimere la preferenza. Se io fossi un elettore del PDL mi ribellerei perchè io non ce li voglio delle banderuole in casa mia, oggi hanno tradito la sinistra, domani potrebbero tradire la destra.

Ultima piccola riflessione. Magari qualcuno si sarà incuriosito delle motivazioni che hanno portato questi deputati a cambiare idea. Molti reclamano che non sono considerati nel loro partito, che Di Pietro non ha mai preso in considerazioni le problematiche legate all'agopuntura, etc. etc.. Ora io chiedo a questi signori, ma siete propprio certi che Berlusconi invece vi terrà in massima considerazione e si farà portavoce delle vostre prerogative? O più semplicemente vi farà ricadere nell'oblio, nel silenzio catacombale da dove eravate seppelliti?

Vi lascio con un intervento di Travaglio sui transfughi


Vergogna, vergogna, vergogna!

Image Hosted by ImageShack.us

sabato 11 dicembre 2010

A me piace ficcare…

Prima di andare a scatenarvi in disco sulle note delle ultime hit di successo, questo sabato sera non potete perdere l’ennesima perla musicale all’insegna del trash. A voi:





Buon Sabato a tutti!



Gigi

venerdì 10 dicembre 2010

Un mese in famiglia.


Era il 28 Ottobre l’ultima volta che ho scritto un post qui, su questo blog, prima che sparissi letteralmente nel nulla. Diciamo in generale che non è stato per nulla un bel periodo, sia in ambito affettivo che lavorativo. Comincio dal secondo.



Ci eravamo lasciati con una tesi da scrivere, un professore abbastanza disponibile e una laurea programmata per Dicembre. Ecco, la prima notizia è che la sessione è saltata per l’ennesima volta, come saltano inesorabilmente tutti i miei progetti. Perché? Perché sono un procrastinatore del cazzo. Ho lottato fino all’ultimo per rispettare le consegne, ma complice una settimana in cui il professore è stato irreperibile causa convegno, non sono riuscito a terminare il lavoro.
Lavoro che poi ho presentato proprio al professore che ha inesorabilmente bocciato costringendomi a riprendere in mano tutto dall’inizio. La nota positiva è che mi ha spiegato bene come lavorare riducendo tutto all’osso e facendo riferimento a soli tre libri. Le note negative sono infinite.



Cominciamo dal fatto che mia madre non ha preso bene il rinvio della sessione da Dicembre a Febbraio/Marzo. Ha assunto un atteggiamento ostile, come gli Zombie di Resident Evil. Ma non avendo nessuna beretta in casa mi son dovuto far rosicchiare il fegato piano piano. Il primo impatto sembrava quasi positivo. Positività andata a farsi fottere quando sono salito in macchina al rientro dal colloquio con il professore. Dopo avermi fulminato con lo sguardo e corroso con le parole ha deciso di chiudere il discorso e io non ho obiettato. Giorno dopo giorno però la sua collera è cresciuta, tanto che alla fine mi stavo quasi convincendo che la parola “coglione” fosse quasi un complimento e il consueto “ciao” con i denti digrignati un insulto. Credo siano passate due/tre settimane con quest’andazzo, dove il prototipo del dialogo con lei si riduceva a “mi passi l’acqua per piacere?” - “grrr, grrr, grrr affogati”.
Tuttavia, giacché non siamo il prototipo di famiglia alla 7th Heaven, ovviamente la maggior parte delle cose non le ha dette a me ma le ha fatte presenti a mia sorella che mi ha spifferato tutto. Ho tenuto un basso profilo per tutto questo tempo, scrivendo la tesi, dividendomi tra altri progetti sul web e i soliti porno, una macchia di colore (?) in questa buia esistenza. Ora le cose sembra vadano bene, probabilmente perché è impegnata a discutere con mio padre della qualsivoglia cosa e a parlarmene male una volta che varca la soglia di casa. Niente di nuovo sotto questo tetto. Il lavoro di stesura della tesi procede, a rilento ma va avanti e se a Marzo non avrò una fottuta corona di alloro che mi cinge la testa mi infileranno direttamente tutto l’albero su per il culo. E per fortuna almeno non si tratta di un agrifoglio.



Intanto mi preparo a passare questo tristissimo Natale tra i soliti parenti che mi hanno già chiesto per la milionesima volta quando ho intenzione di darmi una mossa e quando la smetterò di fare il nullafacente mantenuto. E grazie a Dio non sanno che son frocio, già ce li vedo a far le crociate per farmi cambiare sponda. Va beh, l’importante è che mi sgancino soldi, poi posso pure sopportare le loro prediche infinite…



E voi ragazzi, cosa mi raccontate? Come procedono le vostre vite? Come state? Fatemi un po’ sapere qualcosa di voi…

Gigi

giovedì 9 dicembre 2010

Gigi is cumming…(soon, very soon).

 


Son passati secoli dall’ultimo mio post. Un mese o giù di lì. Ho staccato la spina dal mondo dei blog perché sentivo di non avere più motivazioni per scrivere, mi sentivo di non aver nulla da raccontare, nulla di nuovo almeno. Ho smesso di scrivere perché stavo iniziando a prendere l’impegno qui quasi come un lavoro, come un obbligo, come un pensiero fisso durante il giorno che mi sbatteva in testa facendomi chiedere “ma oggi cosa scrivo sul blog?”. Esattamente come una qualsiasi madre si chiede cosa farà per cena.


La stesura della tesi poi, mi ha portato via un sacco di tempo. Stesura che si è rivelata un po’ inutile ma avrò modo di approfondire nei prossimi giorni, se voi ancora vorrete.
Prima di ricominciare a tenervi un pochino di compagnia e a rubare due minuti del vostro quotidiano ci tengo comunque a scusarmi con quanti in questo periodo hanno continuato a passare di qui nella speranza di poter leggere qualcosa di nuovo, hanno inondato la bacheca di messaggini e mi hanno scritto privatamente nella casella di posta, si quella TROIA di una casella che non smette di mandare virus a tutti quanti. Nel ringraziarvi mi scuso nuovamente con voi…



E ora forza, sotto le feste, gambe in spalla, si ricomincia.



Gigi 

mercoledì 8 dicembre 2010

Videomessaggio

Questo video ha fatto il giro dei blog, sono di quei video che ti catturano l'attenzione e ti rendono un po' più felice o un po' più triste. E' un videomessaggio destinato al suo ragazzo sordomuto dove esprime il suo desiderio di vederlo tornare a casa per poterlo riabbracciare e l'ha voluto condividere con tutta la comunità cybernauta.


Sono sicuro che è bello essere innamorati, ma ahimè bisogna essere in due.


=======
RETTIFICA
=======

Come ogni buon blog che si rispetti, anche io devo fare una rettifica. Ho scritto che il videomessaggio era rivolto al "suo ragazzo sordomuto" fuorviato da un post letto su un altro blog invece non è proprio così. Ho approfondito la storia di questo videomessaggio e mi sono imbattuto nell'intervista che TÊTU ha fatto a questi due ragazzi. Lui è Jacob e il suo ragazzo, Anthony, non è nient'affatto sordomuto, ma ha una passione per il linguaggio dei segni perchè lo considera come una sorta di danza delle mani e gli piace parlare con i sordomuti. Jacob, che ha conosciuto Anthony nella primavera di quest'anno, conoscendo questa passione del suo ragazzo ha iniziato anche lui ad imparare questo linguaggio e proprio con questo linguaggio ha voluto esprimergli il suo immenso amore.

Credo che ora siate curiosi di conoscere Anthony. Eccoli i due adorabili ragazzi



Image Hosted by ImageShack.us

sabato 27 novembre 2010

Stanno tutti bene... o quasi

Ho letto i messaggi lasciati sulla chattina laterale da voi amici lettori e non mi sembrava giusto non rispondere ai vostri mille dubbi e perplessità. Diciamo innanzitutto che io e Gigi stiamo bene. Se con questa parolina si vuole intendere un "bene fisico" allora io sto certamente bene.

Come mai questa pausa improvvisa? Un po' colpa dei mille impegni che ultimamente mi hanno portato ad essere molto occupato e un po' dovuto al fatto che mi sento stanco. Non stanco fisicamente, anzi avrei voglia di fare mille cose, di mettermi su un treno o un aereo e viaggiare ovunque, andare a teatro, fare il turista tutto il giorno, sono invece stanco psicologicamente. Ciò ha determinato in me una certa apatia verso chiunque. Avete presente quando volete stare da soli e non avete voglia di parlare con nessuno? Ecco, questo è un po' il mio stato d'animo attuale. Nonostante ciò cerco di apparire gioviale, sorridente, scrivo e faccio battute scherzose su twitter, ma spesso l'apparire non vuol dire l'essere.

Caro Manu non è questione di avere o non avere le palle, la tua è stata una battuta scherzosa e ho apprezzato tantissimo la tua preoccupazione nei confronti miei e di Gigi, la questione è tutt'altra. Bisogna averne la voglia, lo spirito, il giusto stato d'animo per interfacciarsi con gli altri e scrivere sul blog. Attualmente alcuni di questi elementi mi mancano, se non tutti, quindi, seppur a malincuore, prenderò una piccola pausa dal blog. Non so' dirvi se sarà breve, lunga o definitiva. So' solo che tramite il blog ho conosciuto tante belle persone a cui mando un forte abbraccio.

A presto ;)

Image Hosted by ImageShack.us

Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Gli Autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi agli Autori di questo blog, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore può contattarci per chiederne la rimozione.

Hottest Men