mercoledì 22 dicembre 2010

A.A.A piccioncini cercano casa.


Come ho detto giorni addietro, sabato è ufficialmente iniziata la ricerca di casa con la visita al primo appartamento proposto dall'agenzia. Erano le 17.30, la mediatrice immobiliare ci attendeva sotto una piccola palazzina non tanto lontano dal centro città per mostrarci la prima proposta. Ammetto di essere stato abbastanza emozionato; da tanto io e Gigi parlavamo di questa famigerata ricerca di casa e finalmente il momento tanto atteso era arrivato.



Incontrato il proprietario di casa entriamo in quello che si rivela un piccolo cortile comune e attraverso una scala esterna saliamo al primo piano dove si trova l'appartamento; nel tragitto la mediatrice ci ricorda la proposta: 45 mq di appartamento per una richiesta di 79.000 euro.

Ci siamo, il proprietario apre la porta ed entriamo... da subito si capisce la principale caratteristica dell'appartamento... Una vecchia topaia! Si purtroppo non si può definire altrimenti, mi ero già fatto un'idea sommaria di quello che avrei trovato, anche perché in effetti, 45 mq son pochini ma dal vivo era ancora più piccolo di quanto avevo immaginato.

Abbiamo impiegato per vederlo fin nei minimi particolari lo stesso tempo che voi avete perso per leggere queste poche righe.

Ma andiamo ad elencare le caratteristiche dell'appartamento nel dettaglio:

- 45 mq calpestabili che secondo l'architetto, alias mio papà, sono molti meno, a meno che, non possano calpestare anche i muri.
-

l'appartamento è ristrutturato, ma ristrutturato male, crepe nel muro e muffa negli angoli non danno per niente una buona impressione.

- il bagno è cieco e va bene tutto ma (e qui ci scappa lo scoop) io e Gigi caghiamo come orsi e rischieremmo di dover contrarre un secondo mutuo per comprare gli Air Wicks!

Salutiamo, comunichiamo che ci penseremo un po' su (ma anche no) e torniamo a casa un pochetto delusi cercando di autoconvincerci che non si può trovare l'appartamento ideale al primo colpo.

E arriviamo a martedì e al secondo tentativo, grazie ad un'ora di permesso concessami da quella buon’anima del mio capo, intorno alle 15.00, con un buon quarto d'ora di anticipo, mi reco sempre con mamma al seguito, presso una palazzina degli anni 60 abbastanza ben tenuta. Appena scesi dall'auto, mia mamma, a fronte della brutta esperienza del primo appuntamento saltato, si fionda come una faina a leggere tutti i cognomi sui campanelli stendendo una breve statistica sulle provenienze dei vari condomini e suddividendo i malcapitati secondo i continenti per gli stranieri e per regione gli italiani.

Arriva finalmente la mediatrice immobiliare che ci fa entrare nello stabile cercando di riepilogare anche in questo caso le principali caratteristiche dell'appartamento quando, il generale in gonnella, la interrompe con un “senta ma qui le spese condominiali le pagano?” E' ossessionata povera donna.

Tranquillizzata e rassicurata anche dal fatto che, nel caso lo ritenessimo opportuno, potremmo parlare con l'amministratore del condominio, la povera indiziata prosegue nel suo riassunto: bilocale, 77 mq parzialmente da ristrutturare, cantina e posto auto condominiale, 60 mila euro ma trattabili a 50 mila, terzo piano senza ascensore, sia ringraziato il giorno che ho smesso di fumare!

Finalmente entriamo e iniziamo la visita che decisamente dura più a lungo della precedente; Sicuramente da ristrutturare il bagno e la cucina che presenta ancora il lavello di muratura classico del dopoguerra, ma come direbbe la Maionchi “mi è arrivato”. Contrariamente al precedente riesco a fantasticare su un possibile futuro in quell'appartamento pensando da subito che, visto il costo contenuto, si possa ristrutturare secondo il nostro gusto personale.

Settimana prossima, in attesa di fissare altri appartamenti, tornerò a visitare quest'ultimo con l'architetto-papà che dovrà fare un rapido preventivo dei lavori necessari per eliminare le piastrelle verde pisello della cucina, quelle rosa maiale del bagno e il pavimento color marrone bara.

Spero di riuscire a scattare qualche foto da mostrare a voi ma soprattutto al possibile altro inquilino.

In attesa di aggiornamenti...

Buon Natale a tutti voi pillolotti :)

Andrea

4 commenti:

Pegasus 22 dicembre 2010 16:19  

Un secondo mutuo per comprare gli Airwicks! ahahahahahahah!
Beh doveva essere davvero orrido il primo appartamento! Anche la muffa! O_O e il secondo siete saliti di grado..ma trovarne uno da non ristrutturare non sarebbe meglio?

MirkoS 22 dicembre 2010 20:00  

Cavolo, quanto vorrei avere questi prezzi qui a Roma :( io non riesco a trovare 50mq decenti a meno di 240.000 euro o sono seminterrati o degli attici (ex mansarde condonate).

Comunque il fatto di chiedere all'amministratore se tutti i condomini pagano le spese condominiali è una buona idea per non trovarsi poi incasinati.

Ottima questa rubrica, approfitto e prendo appunti ahahah

Manu 22 dicembre 2010 22:28  

OMG, tale Gigi, tale Andrea :D:D:D
Mi hai fatto sbellicare dalle risate quando hai detto "io e Gigi caghiamo come orsi"!
A parte gli scherzi, auguro che tu sia più fortunato nel trovare il "nido" ove trascorrere il tuo futuro con Giorgio.

PS Mi piace il termine PILLOLOTTI: mi sa di superdotati e quindi è riservato a pochi fortunati, io no :(((((
Buon Natale pure a te, mamma consulente e papà architetto :D

PPSS: ti piace così tanto l'arancione (sono un 4occhi ed è un colore un pò fastidioso)?

SkraM 24 dicembre 2010 16:12  

50/60.000 euro 77 mq? caspita...
pare proprio un affare!
fuori Milano un apparatemento di 40mq ti costa 80/90,000 euro... non oso immaginare a Milano citta....

Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Gli Autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi agli Autori di questo blog, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore può contattarci per chiederne la rimozione.

Hottest Men

Blogger templates made by AllBlogTools.com

Back to TOP