sabato 15 ottobre 2011

E se dicessi Belen?

Tutti a pensare al suo video a luci rosse con Tobias Blanco.


Il video è stato subito rimosso dall'entourage della Belen e chi lo diffonde rischia addirittura il carcere perchè è stato girato in un'abitazione privata (ovviamente se fate qualche ricerca lo trovate ancora).

Allora mi son chiesto: e tutti quei video che impazzano su internet girati dalle casalinghe di turno o quelli registrati mentre uno/a si mostra in Cam4 sono tutti fuorilegge? Bisognerebbe vietarne subito la diffusione e incarcerare tutti, censuriamo tutto? Ed è questa è stata la soluzione paventata dai soliti benpensanti, i quali non si fanno scappare un'occasione per poter mettere il bavaglio alla rete. Se sono d'accordo sul fatto che un video girato all'insaputa degli "attori" non possa essere diffuso su internet senza il loro consenso, non sono nient'affatto d'accordo sulla diffusione di video di persone che si mostrano in cam sui più svariati siti. Devi essere consapevole che se ti mostri in cam c'è sempre qualcun altro dall'altra parte che ti sta guardando e che potrebbe registrare il tuo video, quindi se non vuoi vedere il tuo video in giro per internet basta non esibirsi, semplice.

Image Hosted by ImageShack.us

P.S.: a scanso di equivoci, volevo chiarire che io il video non l'ho scaricato e non l'ho visto anche perchè non si capisce se sia proprio lei nel video, la luce non è proprio ottimale.

8 commenti:

JC 15 ottobre 2011 13:14  

Ecco Mirkos, metti bene le mani avanti che qui siamo tutti maliziosi. P.S. Grazie per il link al video di Belen ;)

Gigi 15 ottobre 2011 13:45  

"Mi hanno detto che" fa il culo ai migliori porno degli ultimi anni, il tipo è un gran bono e ha pure un bel pisello. Peccato ci sia Belen che rovina tutta l'atmosfera.

Cooooomunque, ovviamente non sono d'accordo. Se uno si esibisce in cam è al corrente del fatto che IN QUEL MOMENTO chiunque lo può vedere. Sottolineo IN QUEL MOMENTO. Che è diverso da un video che puoi scaricare ovunque in QUALSIASI MOMENTO. E secondo me i siti che forniscono tali servizi dovrebbero essere estramente intransigenti sul fatto che NESSUNO può permettersi di registrare video trafugati dalle loro piattaforme. Si insomma, come se avessero una sorta di copyright. Per altro nel regolamento di Cam4 è esplicitamente scritto che nessuno può trafugare immagini senza il consenso del sito stesso. Però va beh, Cam4 è un sito troppo ampio per essere controllato ed è ovvio che ci sono un sacco di rischi. Non sono giustamente d'accordo sulla censura e sui vari bavagli, però dovesse succedere una cosa del genere vorrei quantomeno avere i mezzi necessari per potermi difendere in sede legale, anche intentando cause contro il sito stesso, reo di non aver vigilato sulla privacy degli utenti.

Perchè se fai il discorso del "se non vuoi casini non ti fai vedere nudo in cam", lo dovresti fare anche per il fatto di filmare l'atto sessuale all'interno delle mura domestiche. Se non fai foto o video è logico che non avrai mai problemi. Ma è un ragionamento che non fila, perché allora nessuno dovrebbe più fare qualsiasi cosa che comporti anche una minima percentuale di rischio.
Anche andare in macchina per dire, se non ci vai non rischi incidenti.

MirkoS 15 ottobre 2011 16:47  

@JC chi cerca trova :D

@Gigi al paese dicevano "solo le cose che non si fanno, non si sanno" e ti parlo di qualche anno fa quando al paese si sapeva di tutto. Insomma hai ragione pure tu, però nemmeno si può pretendere di andare in autostrada a 200km all'ora e non essere beccati. Nel video Belen sà di essere ripresa, si diverte pure, ma nella sua estrema ingenuità si sarebbe pur dovuta domandare quel video che fine avrebbe fatto, lo avrebbero rivisto durante gli incontri domenicali con la mamma, i cugini e le zie?

Secondo me sono un po' diverse le situazioni nelle quali tu ad esempio ti mostri in cam su MSN o Skype con determinate persone, piuttosto in Cam4 dove la platea è "tutto il mondo". In quest'ultimo caso devi considerare il rischio, avrai sicuramente diritto a che il video non venga diffuso su internet, ma non potrai incazzarti e gridare al complotto

Gianpy 15 ottobre 2011 17:09  

Mirketto dispettoso, mi hai rifilato un broken link! :/

Comunque, per quanto riguarda la questione giuridica, credo si facciano troppe tragedie.
Quel tipo di reato può essere realizzato in tanti altri modi anche prescindendo da internet (ad esempio spedendo via posta in forma anonima un dvd a svariati destinatari).
La rete (intesa anche come siti che non controllano cosa è stato uploadato da un qualche utente) ha il solo "difetto" potenziale di moltiplicare esponenzialmente il numero di destinatari; non per questo svolge un qualche ruolo nella commissione dell'illecito che è solo ed esclusivamente imputabile a chi ha in prima battuta diffuso il video uploadandolo nel sito X (anzi XXX).

Quello che conta, a mio avviso, è solo l'approntamento di un'efficace tutela della vittima contro chi ha originariamente diffuso il video, perchè credo che i problemi vadano risolti a monte per impedire che altri stronzetti compiano il medesimo gesto (ovviamente sto tralasciando ogni altra pur possibile ipotesi di reato, come per esempio, il caso in cui sia proprio un sito ad aver consapevolmente acquisito il video in questione).

Lo strumento utilizzato per la diffusione non può essere colpevolizzato, perchè il risultato sarebbe solo quello di limitarne irrimediabilmente l'operatività e si sconfinerebbe nel solito tentativo di approfittare di un'azione sicuramente illecita, ma commessa da uno specifico soggetto, per introdurre regole dal sapore fortemente censorio.

Quindi, anche se non c'entra un ciufolo, LUNGA VITA A CAM4!!!!!!!

Gigi 15 ottobre 2011 17:59  

No, non sono ancora d'accordo, non del tutto almeno. E' colpa dell'aura di Bert che mi spinge a fare il bastian contrario :)

Quando fai un video col telefonino con la persona che in quel momento ami, pensi a tutto tranne al fatto che quel video verrà divulgato in rete. Non è che ti domandi "ma questo potrebbe vederlo mio padre?". E tra l'altro per me non è nemmeno così scandaloso il video in se, tanto che siano riprese o meno stè cose le facciamo tutti. Cioè, lo scandalo dove sta? Nel fatto che la signorina in questione succhi un pisello? E che sarà mai, non c'era bisogno del video, voglio dire...

Sono in parte d'accordo con Gianpy, nel senso che il video lo fanno due persone, se non lo diffondo io è ovvio che la responsabilità è dell'altro e quest'ultimo va punito duramente. Così magari fungerebbe anche da deterrente verso chi ha intenzione di fare la medesima bastardata.

Cam4 però non è uno strumento di diffusione di video pornografici, è una cam live e sono del parere che se ti vuoi esporre in pubblica piazza live, si sei ben conscio dei rischi che corri, ma sono comunque limitati dal fatto che un live dura quanto tu hai intenzione di farlo durare. Ora, dato che Cam4 ha una cronologia delle cam, non sarebbe difficile dimostrare che un video sia stato trafugato da lì durante uno spettacolo live e secondo me per questo motivo si dovrebbe colpire la piattaforma che non tutela chi si esibisce.

Questo è un discorso molto generale, e anche se avesse una pur minima tutela, giustamente come dici tu, per evitare grane uno farebbe prima a non esibirsi.

Però per quanto riguarda le cam a pagamento su altri siti, beh credo che lì dovrebbero proprio garantire la privacy di chi si esibisce a pagamento, anche perché i performers utilizzano il corpo come mezzo per "lavorare". E se succedesse qualcosa i responsabili dovrebbero essere i gestori del sito che a loro volta dovrebbero rifarsi sul trafugatore delle immagini, facilmente individuabile presumo, perché per guardare li spogliarellisti dovresti lasciare dati sensibili, visto che paghi.

Comunque, il problema non è che le persone non devono più fare ste cose per paura di ciò che può succedere. Il problema è che si deve punire, secondo me anche col carcere, chi diffonde video hard senza l'esplicita autorizzazione dei soggetti presenti nel video.

Gigi 15 ottobre 2011 18:01  

*GLI spogliarelisti

Bert 15 ottobre 2011 22:06  

io penso che la soluzione dei "soliti benpensanti" ha poco senso, per farla breve, udite udite, anche stavolta la penso come Gigi (e questa cosa quasi mi spaventa). Una legge c'è, se viene diffuso del materiale non autorizzato la colpa è di chi lo diffonde, non si può pensare di impedire alla patata della casalinga di mostrarsi su cam4 perché qualcuno potrebbe registrare il tutto e diffonderlo, non ha senso!

dario 16 ottobre 2011 02:52  

punto 1: Belen è una figona, ma non fa per me.
punto 2: se succhia un uccello significa che aveva voglia....
punto 3: è tutta na farsa
puno 4 ed è il PRINCIPALE: Bert che sei un vecchio socialista?
In un blog di piselli, parli di patate? Sono indigeste :-(((((
punto 5: ottima serata con tre spogliarellisti ma con il pistolino ino ino inoooooooooo !!!!

Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Gli Autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi agli Autori di questo blog, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore può contattarci per chiederne la rimozione.

Hottest Men

Blogger templates made by AllBlogTools.com

Back to TOP