domenica 13 novembre 2011

Game Over


Silvio Berlusconi non è più il Capo del Governo di questo Paese. Gioia, slogan, tripudio di allegria ieri sera davanti al palazzo del Quirinale quando è arrivata la notizia delle dimissioni di Silvio. Anche la sinistra ha gioito con un intervento in Parlamento, secondo me alquanto fuori luogo, di Dario Franceschini.





La sinistra ha ben poco da gioire perchè la caduta di Berlusconi non è avvenuta per mano sua. Prima la giustizia, poi gli ambienti finanziari e infine i "traditori" hanno determinato la caduta di questo Governo. Mi sarei aspettato un epilogo diverso, un epilogo caratterizzato da una forte capacità della sinistra di contrapporsi al berlusconismo con programmi forti e unitari per combattere la crisi economica in cui è sprofondato il nostro paese.

Non mi convince nemmeno questo nuovo governo Monti che preannuncia lacrime e sangue per tutti, un governo tecnico che non rispecchia la volontà popolare. In un sistema bipolare, quando un governo democraticamente eletto cade bisogna andare alle elezioni perchè il popolo sovrano deve potersi esprimere. Invece la soluzione Monti, che seppur risponda alle aspettative dei mercati, ha di fatto espropriato il corpo elettorale della propria sovranità.

Qualcuno potrà dire che le elezioni sarebbero state una batosta finale per questo paese. Forse, ma ora voi pensate che il governo Monti sia libero di agire liberamente senza essere influenzato da questa o quell'altra forza politica? Siete convinti che questo governo plachi le divisioni sociali e non provochi altri scioperi e contestazioni specialmente quando questo governo rappresenta la volontà di nessuno? Per avere una risposta basterà aspettare i primi provvedimenti importanti che approderanno in Parlamento per capire come l'entusiasmo iniziale di un Governo non politico svanisca quando dovrà scendere a indubbi compromessi. Nel frattempo però sia la destra e sia la sinistra potranno riorganizzarsi, far dimenticare tutto il passato al popolino così come sta già facendo la Lega che va alla ricerca della sua verginità perduta quasi fosse stata da sempre all'opposizione e che con il governo Berlusconi non avesse mai avuto nulla da spartire.

A questo punto spero solo che il governo Monti, semmai vedrà la luce, possa arrivare fino a giugno del 2012 per fare in modo che vengano celebrati i referendum sulla legge elettorale e poter andare così finalmente alle elezioni. E se dovesse rivincere il PDL? Beh, sia fatta la volontà degli italioti.


Image Hosted by ImageShack.us

2 commenti:

dario 13 novembre 2011 21:36  

La politica non è il forte nei commenti di questo blog, eppure noi italiani siamo tutti nella m****.

Concordo appieno con te Mirkos ad esclusione dei "traditori". Già un anno fa Berlusconi stava per cadere in parlamento se non ci fossero stati i "traditori" della "cosidetta" sinistra. Prima o dopo doveva aspettarselo e comunque meglio tardi che mai!!!!!!!!

Di Monti hai dubbi...tutti li abbiamo. Ma ritengo la mossa di Napolitano l'unica percorribile: andare al voto adesso avrebbe significato perdere ancora quei pochi punti di consenso rimasti in Europa.
Ora spettiamoci lacrime e sangue: già si nota nei market l'aumento dei prezzi (- 16% di vendite nel settore alimentare, dato allarmante).

Davide 13 novembre 2011 22:35  

Il governo tecnico in questo momento è la soluzione più sensata. Se andassimo adesso al voto sarabbe il tracollo economico per questo paese. Abbiamo bisongo di lacrime e sangue per rimetterci in piedi (purtroppo) e scelte dure e coraggiose può farle solo un governo che non ha colori politici e non si deve ripresentare alle elezioni successivamente. Monti è stimato in tutta la comunità Internazionale per cui credo sia una buona scelta.
Spero andremo al voto al più tardi possibile...il diritto di voto a tutti è la rovina di questo paese: troppa gente ignorante abusa di questo diritto/dovere senza sapere chi cosa o perchè sta votando.

Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Gli Autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi agli Autori di questo blog, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore può contattarci per chiederne la rimozione.

Hottest Men

Blogger templates made by AllBlogTools.com

Back to TOP