mercoledì 9 giugno 2010

Copiare agli esami.


Si avvicinano giustamente gli esami di maturità e il mio consiglio per tutti i futuri diplomati (o almeno quelli che hanno deciso di studiare il programma di un anno solo in questi giorni) è quello di sbattersene e COPIARE. Copiate quanto più potete senza farvi sgamare.
Vi assicuro che è possibile, io ci ho costruito una carriera scolastica sui bigliettini, tanto che me la son portata dietro pure all’università. (Infatti ora si spiega perché ancora non mi sono laureato).
D’altronde già nel momento in cui si decide ciò che va scritto su un bigliettino e ciò che va eliminato si sta in un certo senso iniziando a studiare… (sta frase fa parte del processo che poi metterete in atto per sentirvi meno in colpa).
Io adottavo varie tecniche in base al professore. La mia preferita era quella dei bigliettini nella manica, messa in pratica però per ovvi motivi, solo in inverno. Seguiva quella dei libri aperti sotto il culo, da leggere allargando le gambe o degli stessi bigliettini da leggere allo stesso modo. Quando il professore si avvicinava al banco bastava chiudere le gambe. Oppure altra tecnica, quella della felpa nel sottobanco per ostruire la visuale ai prof ed estrarre tranquillamente i bigliettini dalla tasca. In base al docente si può tentare anche il tenere i bigliettini direttamente sul banco, sotto il foglio del compito, o meglio accanto, e dare uno sguardo ogni tanto.
Resta di FONDAMENTALE importanza organizzare bene ogni bigliettino.
Durante il compito d’esame non potrete perder tempo a trovare l’argomento che vi interessa, motivo per il quale dovrete sapere ESATTAMENTE dove andare a cercare. Io ho sempre avuto estrema difficoltà a barcamenarmi tra bigliettini fatti da altre persone proprio per questo motivo. L’ideale sarebbe sfruttare il casino che si crea automaticamente appena ogni studente riceve il foglio dell’esame per fare una cernita tra i bigliettini ed eliminare quelli che non servono, dopo aver dato uno sguardo veloce al compito.
Altro punto importantissimo riguarda il vostro ATTEGGIAMENTO.
Evitate di FISSARE il professore, di puntare lo sguardo SOLO sui bigliettini, fingete di scrivere se necessario, non muovetevi eccessivamente e non fate casino. Ma soprattutto non sentitevi in colpa! State facendo una cosa normalissima, una cosa che han tentato di fare TUTTI almeno una volta nella vita e che altri milioni di studenti tenteranno di fare dopo di voi. Ho avuto compagni di classe che tremavano e che sudavano quando dovevano ricorrere all’uso di bigliettini e che venivano puntualmente sgamati.
Quindi la parola d’ordine resta: TRANQUILLITA’.

Se questi consigli non vi sono stati d’aiuto, guardate un pò qui cosa si sono inventati:






Gigi

8 commenti:

Pegasus 9 giugno 2010 16:08  

Carissimo il sottoscritto ha la maturità! Capita a fagiuolo per me questo post =D Allora...personalmente non ho mai saputo copiare, proprio per lo stesso motivo che scrivi: la tranquillità non sò manco cosa sia!! uhm non mi dice niente...copiare ho copiato, però con professori proprio fessi oppure che lasciavano copiare anche se lo capivano benissimo..ora facendo scuola privata da un annetto e mezzo neanche mi metto a copiare, non serve a nulla..per la maturità beh..MI HAI DESCRITTO, sto studiando tutto ora, sommerso dai........bignami..!! Quanto odio il liceo! Prega che me ne liberi Gigino!

Gigi 9 giugno 2010 16:34  

Infatti Pegasus è il nervosismo che fotte la maggior parte delle persone. Restando sempre tranquillo io in 5 anni son stato sgamato solo una volta, in Francese, un bel 4 non me l'ha tolto nessuno, però il bello del Liceo è che comunque puoi recuperare. All'esame va beh ci sta un pò di nervosismo in più, lì non me la son sentita nemmeno io di portare troppi bigliettini, mi son seduto direttamente vicino al banco della compagna secchiona :)
Il giorno della prova di Matematica e della terza prova mi son fatto una corsa incredibile per sedermi vicino a lei, poi dopo che copiavo, sollevavo il mio foglio e facevo vedere a quello dietro, che lo passava a quelli di fianco ecc ecc. Fortuna che nella mia classe collaboravamo tutti in questo senso...ti dirò che ritornerei volentieri ai tempi della maturità...

In bocca al lupo eh! E a parte le cazzate, fai bene ad ammazzarti di studio, sono impazzito anche io quei giorni...

Davide 9 giugno 2010 18:33  

Ma che consigli dai ??? :)
Però c'è da dire che avevi dei prof strafatti: con i miei non era possibile. Dovevamo togliere tutto dal banco e dal sottobanco (e non parlo solo della maturità ma di ogni compito in classe). I posti venivano assegnati e non scelti. E spesso e volentieri c'erano 3 o 4 versioni diverse dello stesso compito cosi non potevi nemmeno allungare l'occhio. Il prof di diritto poi metteva delle domande all'incontrario per farti cadere in contraddizione e se ci cadevi contava nulla anche quella giusta. Ad es: DOMANDA1: In che anno è stata la rivoluzione francese? 1789 1784 1783. DOMANDA2: nel 1784 c'è stata la riv franc? SI NO.
Uno potrebbe dirsi "risp ad una in un modo e all'altra ad un altro....una la beco per forza". E invece no....perchè se fai cosi la conclusione è che ti contraddici ergo non sai la risp ergo NON HAI STUDIATO. E quindi ti conto errore anche quella giusta perchè l'hai beccata per caso.
Concludo dicendo: nella mia scuola era difficile copiare, e se venivi beccato rischiavi di dover cantare "ritornero in ginocchio da te" o "perdono" al prof in questione

SkraM 9 giugno 2010 20:06  

N*O*N*
S*I*
F*A*!

a parte che alcune "tecniche" proposte in sede di esame sono inattuabili....
vedi felpa che ostruisce la visuale sotto il banco o il libro sotto al culo.


quando ho fatto la maturita' oltre al tema (scelsi la traggia giornalistica sulle donne lavoratrici)ho sostenuto una prova scritta di matematica che prevedeva la risoluzione di 6 quesiti a caso su l'intero programma... di questi sei me ne ricordo giusto 2... l'iperbole e la parabola; la terza prova fu un test con domande chiuse e aperte su TUTTE le materie e prevedeva 3 domande per ogniuna.

me la son cavata senza lode e senza macchia ma non ho copiato :)

Gigi 9 giugno 2010 20:40  

SI FA, SI FA!!!

Certo che Da, i tuoi prof erano proprio stronzi! Però anche noi qualche volta dovevamo togliere tutto dal banco e anche da sotto, allora mi allineavo perfettamente con la compagna di fronte in modo da risultare coperto.
Poi comunque per gli orali ho sempre studiato, quindi non si aspettavano da me che potessi copiare...
Dirai, perché non studiavi pure per gli scritti?
E' più forte di me, o ho l'obbligo impellente di farlo (tipo un orale senza scampo) oppure procrastino all'inverosimile :)

Mi son scordato una pirlata che ha fatto un mio collega di università, ha consegnato il compito perfetto con IL BIGLIETTINO all'interno. Quanto può essere scemo uno così?

Cmq ovvio Marco, il libro sotto il culo all'esame è impensabile, però qualche mezzo per arrangiarsi c'è sempre!

Manu 9 giugno 2010 22:34  

POST ALTAMENTE DISEDUCATIVO!!!!!!
Non aggiungo altro se non che mi meraviglio di Lei egregio Giggio:-(
Quanto vorrei essere membro della commissione in occasione della tua laurea!!! Un calcio là :) dove tenevi beatamente i libri :p:p:p:p

Davide 9 giugno 2010 23:31  

Gigi per favore!!! Io l'ho fatto alle medie :) consegnare un compito con dentro i bigliettini. Mi ricordo ancora cosa mi ha messo la prof di voto: distinto+ per l'esattezza delle informazioni NonSufficiente per la stupidità Ottimo per la simpatia. L'avevo fatta ridere :P
Vabbè...ero giovane e inesperto

Pegasus 10 giugno 2010 00:44  

Crepi! E comunque insomma...non è che mi stia molto ammazzando di studio ahahah...sono sempre abbastanza nullafacente! Diciamo un minimo eheh comunque alla maturità non copierò, semplicemente perchè se la mia goffaggine mi dovesse tradire...beh mi giocherei l'intero esame e non ne vale la pena!
Davide stupenda la tua figura alle medie! ahah

Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Gli Autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi agli Autori di questo blog, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore può contattarci per chiederne la rimozione.

Hottest Men

Blogger templates made by AllBlogTools.com

Back to TOP