venerdì 11 giugno 2010

Non ce la posso fare…


Si lo dico ogni volta per ogni esame ma non so perché in questi giorni la situazione mi sembra terribilmente tragica. Peggio di tutte le altre volte. Stamattina ho deciso di svegliarmi alle 9 per avere a disposizione una mattinata di studio che in realtà si è rivelata una mattinata di puro cazzeggio.
Con la scusa che ultimamente sto facendo dell’ignoranza il mio stile di vita, dato che anche la parte seria del blog curata da Mirkos è venuta a mancare, ho acceso il pc per guardare le prime pagine dei quotidiani. Mi è venuta una tale rabbia leggendo Repubblica.it che ho deciso di spegnere tutto e andare a docciarmi. Tra una cosa e l’altra si son fatte le 10.30. Ho aperto diligentemente il libro, ho letto due righe ma c’era ancora qualcosa che non andava…
Il letto. Si porca miseria il letto. Resta sfatto 360 giorni l’anno, ma oggi era il giorno giusto per rifarlo e dare una parvenza di ordine alla camera.
Ore 10.45 rimetto per la seconda volta il culo sulla sedia quando giunge inaspettato un aiuto esterno. Dalla finestra spalancata provengono delle voci. Archivio quelle del mio cervello che mi intimano di restar seduto e mi affaccio ad ascoltare. Sono due ragazze che litigano in uno degli appartamenti che si affacciano sul cortile condominiale, sembrano entrambe possedute. Partono epiteti molto carini, tipo “Troia, Bagassa, Egua” (tutti sinonimi della medesima parola) che si protraggono per circa dieci minuti. Riesco a cogliere anche un “hai mangiato i miei tramezzini in frigo brutta bagassa, mi sono rotta le palle di te”. Nel frattempo i palazzi pullulano di casalinghe sui davanzali con le orecchie tese, nemmeno stesse parlando il Papa. Due ragazzi sul balcone sotto il mio fischiano e scommettono sull’evolversi della situazione, quando all’improvviso giungono dall’appartamento rumori sospetti. Addirittura meglio di un qualsiasi Pomeriggio 5, si stanno picchiando malamente. Pare arrivino altre ragazze a separarle perché le urla si moltiplicano e una delle contendenti viene allontanata.
Sono le 11.15 quando finalmente ricomincio a leggere qualcosa. Ma non c’è nulla da fare, mi sento insofferente. Probabilmente è dovuto ai cumuli di vestiti che giacciono su due sedie. Stanno lì da tre giorni, ma oggi giustamente è il momento perfetto per piegarli e riporli nell’armadio. Finisco a mezzogiorno esatto, perché sono un pò come Mary Poppins, quando riordino ho bisogno di cantare e ballare e mi prendo tutto il tempo necessario per farlo al meglio, mica come una Gemmadelsud qualsiasi.
Beh da mezzogiorno fino all’una c’è comunque tempo per far qualcosa…NO.
Visto che ero in vena ho svuotato il portabiancheria e ho caricato la lavatrice. Non contento ho deciso di liberare lo scarico della doccia, tappato da una settimana, per la millesima volta a causa dei capelli delle coinquiline. Roba che mi vien voglia di fare irruzione nelle loro camere durante la notte e sfregiarle con acconciature improbabili. Dopo aver rimontato il tutto si son fatte le 12.30….in parole povere ora di pranzo. Il che ancora una volta significa non prendere in mano un libro fino alle 14.00. E oggi alle 16.00 iniziano pure i mondiali…

Sono DISPERATO.

Gigi

5 commenti:

Gianpy 11 giugno 2010 16:48  

Gigè come ti capisco... suppongo tu non lo sappia, ma anche il sottoscritto sta per dare l'ultimo esame (ho ripreso giurisprudenza da 1 anno e mezzo... :O)
Le vicende delle ultime settimane mi hanno LEGGERMENTE distratto (praticamente non ho toccato un libro...e ne ho 3 da studiare...), nuove vicende stanno prolungando la mia distrazione (e continuo a chiedermi se ne valga le pena...), aggiungi che col caldo non ho mai studiato benissimo (oggi sono "solo" 37° C) ERGO anch'io oggi non ho fatto un caXXo...
E meno male che dalla dipartita della mia Giuvendus in serie B ho azzerato il mio interesse per il calcio (al massimo guarderò la Nazionale) altrimenti la scusa dei mondiali l'avrei adoperata anch'io ;)

Gigi 11 giugno 2010 20:39  

Piano piano ti stiamo conoscendo eh Gianpy :)
Mi sa che siamo molto simili. Anche io son stato tenuto lontano dai libri per varie vicende. Nel lontano 2007 mi han dato una botta all'inizio della sessione invernale che poi s'è rivelata un disastro completo...Poi pare che tutto si concentri quando hai già mille altre cose a cui pensare...

Gianpy 11 giugno 2010 21:28  

In effetti abbiamo molte cose in comune (soprattutto i difetti ad onor del vero... i tuoi pregi mi sa che me li posso solo sognare).
In questo blog ci sono arrivato tramite il tuo profilo perchè avevo scoperto un'altra persona fissata con le statistiche e con la visione di 'Mamma ho perso l'aereo' ad ogni Natale :D:D

La mia storia universitaria non era ancora iniziata che già prometteva bene... poi la mia vita "estremamente entusiasmante" e i miei difetti hanno preso il sopravvento e dopo 2 anni in cui avevo sostenuto solo 4 esami è seguita la luuuunga interruzione... poi la ripresa decisamente migliore dell'esordio, solo che proprio all'ultimo passo si sono verificate cose che io (da emerito coglione) vivo malissimo... oggi mi sono pure accorto di aver perso 5 chili in due settimane... quindi è meglio che le cose si risistemino prima che evapori :D
PS. in bocca al lupo a te e a me per l'ultimo BENEDETTO esame ;)

Manu 11 giugno 2010 22:40  

Maròòòòòòòòòò ma ci sono ancora scuse pur di non studiare? Ecchecaxxo.......... dovevano succedere tutti i disguidi stamane che eri così predisposto ai libri???
FANNULLONE anzi è proprio vero che i G sono tutti uguali.....G&G1:D:D:D
In culo alla balena x tutti e due: meno internet più libri, meno muratori a petto nudo e più bistecche per non EVAPORARE!!!!!

Gianpy 11 giugno 2010 23:45  

ahahah Manu! no no ! a me sta bene se ora peso 70 chili anche perchè in vista di ogni esame tendo a svaligiare il frigo per il nervosismo, quindi potrò tornare ai miei 75 chili molto facilmente :)

Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Gli Autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi agli Autori di questo blog, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore può contattarci per chiederne la rimozione.

Hottest Men

Blogger templates made by AllBlogTools.com

Back to TOP