sabato 17 luglio 2010

Il tradimento


Proviamo ad anticipare di un giorno l’appuntamento con Monica Setta e parliamo di un’altra annosa questione che in un certo senso va di pari passo con la gelosia, della quale abbiamo discusso l’altra volta e sempre della quale non ho potuto non apprezzare TUTTE le vostre opinioni.

Non ho un’idea particolare del tradimento, nel senso che suppongo non si distingua particolarmente da quella generale. Molto elementarmente potrei dire che lo trovo sbagliato perché punto fermo della mia idea di coppia è anche la fedeltà reciproca. Sarò molto retrò, però a me le coppie aperte non piacciono proprio. Si certo, magari si respira un’atmosfera più free, alla “siamotuttiamicieinculiamociperdimostrarlo” ma se amo una persona, per me l’idea di condividerla, anche solo sessualmente parlando, sta tremendamente stretta.
E purtroppo sarò abbastanza limitato, ma il fatto di sentirmi dire “si, però alla fine se ami una persona che ti cambia se ha fatto sesso con un’altra?Cioè c’è differenza tra sesso e amore” la trovo una grande PARACULATA.
Io se amo una persona sono in grado di tenere l’uccello nelle mutande. Anche perché se non voglio non vengo di certo violentato. (Ahimé)
Detto questo siamo umani e di conseguenza soggetti all’errore. Non so se riuscirei a perdonare un tradimento, anche perché conoscendomi verrei sommerso da mille dubbi e paranoie. Però ecco, vorrei essere messo nella condizione di provare. Non nel senso che vorrei esporre sulla mia testa un bel paio di corna, ma nel caso dovesse succedere vorrei poter decidere da solo che fare. Vorrei valutare se la suddetta persona merita il perdono e se sono in grado di andare avanti nonostante questa piccola macchia e se è vero che l’amore vince su tutto. Berlusconi docet.

Ecco, magari speriamo non insegni anche nel predicare bene e razzolare male.

Gigi

6 commenti:

Gianpy 17 luglio 2010 18:54  

Il tradimento è una di quelle esperienze sulle quali è difficile esprimersi in maniera compiuta se non la si vive in prima persona. In linea teorica viene immediato pensare all'impossibilità di perdonare, come unica reazione logica, data l'inevitabile perdita di fiducia. Nella realtà però credo che siano tanti i fattori da considerare, tra i quali anche il modo in cui lo si scopre. Un conto è scoprirlo da soli e ben altra cosa è ricevere una confessione in merito. Nel primo caso il perdono non so quanto senso potrebbe avere, nel secondo, invece, la confessione può dimostrare una qualche presa di coscienza dell'errore commesso e quindi la seria volontà di ricostruire il rapporto compromesso da parte del traditore. Ovviamente escludo categoricamente un secondo perdono... altrimenti il sospetto è che il/la tradito/a perdoni solo per la paura di restare da solo/a e non per il "troppo" amore...
Detto ciò, conoscendomi, credo che non perdonerei in ogni caso ;-)

Gigi 17 luglio 2010 20:33  

Bella Gianpy, non avevo pensato a questa distinzione sul modo in cui si viene a saperlo. Sono totalmente d'accordo con te.
Però forse mi sento un pochino più aperto sul perdono...anche se a parole è facile...

Davide 17 luglio 2010 22:17  

Non vorrei banalizzare o dare una risposta scontata ma credo davvero che su questo argomento si debba valutare caso per caso. Una relazione tra due persone si basa su mille equilibri differenti, per cui non si può dare un giudizio unico. Per come sono fatto credo sarei portato a perdonare (Ben non vuol dire che sei autorizzato a fare quel che cavolo vuoi!) ma, come ho detto prima, dipende da caso a caso. Certo che se ti becco sul fatto il perdono non potrebbe nemmeno passarmi per la testa.

Manu 17 luglio 2010 23:26  

Giorni fa Mirkè disse che Gigi è diventato un UOMO.....Quanto concordo con quel giudizio.
L'appuntamento settimanale con i post "seri" ne è la dimostrazione.

Io non ho mai provato l'ebbrezza, la bellezza del vero amore, ma in ogni caso sono d'accordissimo nel considerare una grande paraculata non differenziare amore/sesso.
Il sesso è semplicemente avere un piacere temporale, l'amore è la condivisione di momenti felici e meno felici, di gioie e dolori, di successi ed insuccessi.
Sapere di essere traditi non è piacevole, come non lo sarebbe ritorcersi contro agendo allo stesso modo (penso sia questo il motivo del fallimento della vita di coppia).
L'equilibrio come sempre sta in mezzo: perdonare se non si ha visto ma te lo dice; ma si può cadere una, due volte, ma la terza no. In tal caso non sarebbe più amore con la A maiuscola.
Meglio allora che ognuno prenda la sua strada.

SkraM 18 luglio 2010 10:22  

perdonare o non perdonare dipende da molte cose.... non ultima anche da quanto tempo state insieme.

Se il tuo compagno/ragazzo/fidanzato ti ha tradito una volta per una scopata di una sera (la cosidetta avventura di una notte) prima di prendere qualsiasi decisione devi anche valutare da quanto tempo state insieme e se quella scopata (se isolata e non ripetuta) e sufficiente a mandare allo sfacio un progetto di vita che magari condividete da 5 o piu anni (o anche meno).

Gigi 18 luglio 2010 15:05  

Si, fondamentalmente sono d'accordo con Davide e Marco. Bisogna anche dare giusta importanza "alla scopata di una sera", per quanto sbagliata possa essere. Però non sarà certo un percorso facile, perché comunque la fiducia viene in qualche modo intaccata e magari ci vorrà un pò di tempo per tornare ai livelli di prima...

Manu Manu, c'è ancora un bel percorso da fare prima che io diventi un uomo. Però ho beccato un bel tipetto maturo e razionale che completa la mia irrazionalità e mette ordine alle priorità nella mia vita, anche se spesso ci accapigliamo per queste cose...

ma l'amore non è bello se...

Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Gli Autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi agli Autori di questo blog, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore può contattarci per chiederne la rimozione.

Hottest Men

Blogger templates made by AllBlogTools.com

Back to TOP