venerdì 20 agosto 2010

Undici anni insieme

L’estate ormai stava finendo. Quelle ultime sere assolate e ancora calde del Settembre di undici anni fa, le trascorrevo in piazza con gli amici a ridere, scherzare, giocare.
Un giorno come gli altri, mentre tornavo a casa, sentì dei guaiti provenire da un cassonetto della spazzatura. Non ci pensai un attimo e in barba a tutte le norme igieniche, in men che non si dica mi ci tuffai dentro. Spostai alcuni bustoni, quando mi accorsi di un sacchetto blu, annodato in cima, che si muoveva. Lo aprii, lì dentro, impaziente di vedere cosa potesse contenere. Al suo interno guaivano disperati quattro piccoli cagnolini, due neri chiazzati di bianco e due nocciola. Ce li distribuimmo e quattro di noi li portarono a casa. Per primo scelsi una delle due femminucce nocciola, che chiamai Laika.
Fin da quando ero bambino ho intrapreso mille lotte con i miei genitori perché desideravo un cagnolino, ma mia madre si è sempre opposta fermamente. Sporca, perde i peli, limita la libertà di andare in vacanza, scava in giardino, ogni volta tremila scuse. Quella sera però, quando mi vide tornare a casa con quella bestiola dagli occhietti ancora chiusi, non mi disse niente. Ogni tre/quattro ore, notte compresa, la nutrivo con un pò di latte. Di giorno mi dava il cambio mia sorella, quando andavo a scuola passava a darle da mangiare mia zia. Tre giorni dopo, il più piccolo dei i quattro cagnolini morì. Io avevo letto mille articoli su internet, sul cibo adatto ai cani così piccoli, sulle condizioni migliori per prendersene cura, perfino sul modo in cui la madre stimolava la regolarità intestinale e per forza di cose in quel momento avrei dovuto farlo io. Cinque giorni dopo morì anche il cagnolino che teneva la mia vicina di casa. A me cominciava a venire un po’ di paura, ma la mia Laika pareva stesse bene. Sei giorni dopo anche la penultima bestiola rimasta in vita levò le tende. Il giorno seguente, dopo ore di strazianti guaiti anche Laika morì.
Letteralmente disperato, piansi per ore. La tumulai di fronte a casa e per tutti i giorni seguenti non mancai di strappare fiori dal giardino e metterli sulla “tomba”.
Fu quel comportamento che fece scattare qualcosa in mia madre. Qualche tempo dopo, tornò a casa con uno scatolone in mano, non troppo convinta lo lasciò davanti alla porta di ingresso e mi spedì a guardarci dentro.
Un cucciolo, non ci potevo credere, mia madre aveva portato un cucciolo. Una palla di pelo dalla quale spuntavano due occhietti neri, piccolo, tenero, tutto da coccolare.
Lo chiamai Lucky, fortunato. Perché per fare breccia nel cuore di mia madre aveva avuto una botta di culo paurosa.
Quando lo portavo a spasso (in braccio, era talmente piccolo che per fare 500 metri ci avrei messo ore) tantissime persone mi bloccavano per strada perché volevano accarezzarlo. A me dispiaceva anche andare a scuola perché per cinque ore non avrei potuto vederlo.
In questi undici anni me ne ha fatte passare davvero tante. La prima volta che trovò il cancello aperto e sgattaiolò fuori rimasi in pena per una sera intera. Avevo paura che lo investissero, che non trovasse la strada di casa, che lo rapissero, ma fortunatamente ogni volta che succedeva ritornava a casa. Tanto che alla fine ci convincemmo a lasciarlo vagare per gli affari suoi. Finché non investirono e uccisero il cane del vicino, allora decidemmo che la strada era diventata troppo pericolosa.
La cosa che adoro di lui è che ha undici anni, un’età di tutto rispetto, ma mentalmente è rimasto sempre un cucciolo. Non ha mai smesso di giocare, vive praticamente in simbiosi col suo pallone rosso da una vita e non manca mai di portarlo ai piedi di chiunque gli si avvicini. E’ pure più bravo di me quando si tratta di scartare.
Ogni tanto, vista l’età penso a quando non ci sarà più. Ma oggi non mi pare proprio il caso di lasciarsi andare a pensieri tristi.



Buon compleanno Lucky.

14102007370



Gigi

7 commenti:

Pegasus 20 agosto 2010 15:02  

Ma che amore!!
Non amo i cani, ma mi sembra un sacco dolce!!
Abbiamo un sacco di cose da imparare dagli animali.
Tanti auguriii Lucky!!

Gianpy 20 agosto 2010 16:02  

Happy birthday Luckyyyy :))

PS. ahò! dal tenore del post credevo ci stessi dando tutt'altra notizia... praticamente sembravi Monica Setta che crea 'na suspence come se dovesse annunciare la cattura di Bin Laden e poi al rientro dalla pubblicità finisce col ricordarti che la Canalis sta con George Clooney... °_°
Gigi, sei sulla giusta strada per farle le scarpe! ;)

Alessandro! 21 agosto 2010 15:51  

ma che tenerezza!!!

Tanti baci al puzzolone

MirkoS 21 agosto 2010 17:43  

Seppure con un po' di ritardo, tanti tanti auguri a Lucky ;)

Manu 21 agosto 2010 21:47  

E' quasi quasi più bello del suo padrone :)
Non è che amo molto gli animali, ma i cani sono veramente gli amici degli uomini. Avevo una bastardina che iniziava ad abbaiarmi ad oltre 50 mt di distanza: sentiva il mio modo di camminare :D
Ora non ce l'ho più :((((
Del resto non amo tenere animali chiusi in un appartamento: non lo ritengo un luogo ideale per la loro libertà.

art_693 5 ottobre 2010 19:49  

Mi ero perso questo tuo post ! Oh ma è bellissima ! Sembra molto simile alla mia tranne il colore, ed il pelo più lungo. Hai altre foto ?

art_693 5 ottobre 2010 19:49  

Mi ero perso questo tuo post ! Oh ma è bellissima ! Sembra molto simile alla mia tranne il colore, ed il pelo più lungo. Hai altre foto ?

Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Gli Autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi agli Autori di questo blog, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore può contattarci per chiederne la rimozione.

Hottest Men

Blogger templates made by AllBlogTools.com

Back to TOP