mercoledì 24 giugno 2009

Domani...

Intera giornata trascorsa a pulire. Visto che tre mesi fa ho saltato le pulizie di primavera mi sembrava doveroso rispettare l’appuntamento con quelle estive. Ho ribaltato la camera, ci ho messo quattro ore avvalendomi dell’aiuto di una gentile amica ma alla fine ce l’ho fatta. Ora tutto splende. Unica pecca, ho cercato di scrostare una zanzara che decorava il muro accanto al letto (Andy Wharol sarebbe fiero di me) con uno straccio imbevuto d’acqua e ho tirato via l’imbiancatura, facendo comparire la vernice che ci stava sotto. Ora al posto dell’effige della zanzara campeggia una bella striscia giallo stanza d’ospedale. Certo che i miei predecessori avevano gusti di merda in quanto a colorazione delle pareti. Ho visto pantaloni di Luca Giurato molto meno osceni. Ho finalmente accartocciato e buttato via le dodici bottiglie d’acqua vuote sulle quali inciampavo perennemente ogni santa notte. Avevo deciso che non potendomi avvalere della compagnia di un dolce animaletto, loro avrebbero svolto tale funzione. Ho ritrovato ben due matite, una penna colorata, un paio di pinzette e un coltellino svizzero che non sapevo più che fine avessero fatto. Stavano sotto il letto, sotto un mobile, sotto la scrivania accuratamente nascoste da gomitoli di polvere. Ho riattaccato le fotografie che col tempo erano cadute dalle pareti, ho sistemato la tenda che per metà pendeva dal bastone, ho dato una pulita ai vetri che non vedevano l’acqua da dicembre credo, quando mia madre armata di tanta buona volontà aveva deciso di metterci mano. Io proprio non la capisco, esiste la pioggia no?

Ma voi vi chiederete, perché tutto questo scoglionamento? Anzi forse non ve lo chiederete perché mi pare abbastanza normale pulire con regolarità la propria stanza. Comunque, un motivo c’è. Domani arriverà finalmente a Cagliari il ragazzo che da qualche mese mi sta facendo battere il cuore. Atterrerà alle 8:30. E io sarò lì in aeroporto, disposto a svegliarmi perfino alle 6:30 del mattino. L’ultima volta che l’ho fatto è stato quando mi hanno ricoverato in ospedale in preda a forti coliche renali. Anzi no, mi son svegliato molto prima il giorno in cui avrei visto la città eterna per la prima volta. Episodi che in un modo o nell’altro hanno segnato la mia vita. Il primo mi ha permesso di girare sette piani di ospedale in carrozzella con una flebo incorporata e quattro buchi sul braccio perché il dottore non riusciva a centrare la vena e di sperimentare il dolore che prova una partoriente. Il secondo mi ha permesso di conoscere e incontrare persone meravigliose, grazie alle quali ho avuto la conferma che se si vuole si può veramente costruire un’amicizia anche a chilometri di distanza. Spero che il trend questa volta sia solo positivo. Stavolta magari passo le punture e le carrozzine.

Fra sei ore e mezza lo potrò finalmente abbracciare. Son sicuro dei miei sentimenti, per quanto magari possa sembrare assurdo. L’ho appena sentito al telefono e come al solito ha fatto dissolvere le mie angosce. Spero abbia la pazienza di sopportare tutte le mie paranoie, perché mai come questa volta voglio fare sul serio. Voglio fare tutti quei progetti che mi hanno sempre fatto paura, voglio sentirmi legato e per una volta in vita mia evitare di fuggire, voglio lui… e domani mattina sarà qui.

Vado a dormire felice

Ci leggiamo presto caro blog, tra due giorni aprirò il sondaggio per eleggere i due migliori testimoni di nozze. Toccatina alle palle. (SPERIAMO!)

Gigi

10 commenti:

ALESSIO 24 giugno 2009 08:19  

auguri allora piccolo grande gigetto! :)
Però ogni tanto fatte senti, che sento di piu il mio amico Matteo Messina Denaro (però lui è giustificato, ha problemi di rintracciabilità XD)

Ale223 24 giugno 2009 10:47  

due? buahahahha. No.

dì pure uno

-.-

Kost! 24 giugno 2009 14:43  

le palli di ki? :D

Manu 24 giugno 2009 15:28  

Gigè ricordati l'insegnamento che hai ricevuto quando facevi il chierichetto............sposarsi illibati, puri e casti :D

OT che faceva il coltellino sotto il letto???
Scappo al lavoro sennò il licenziamento è dietro l'angolo XD

Davide 24 giugno 2009 15:41  

Io avrei lasciato la stanza com'era. Va bene migliorarsi per qualcuno ma così gli fai conoscere un gigi che non c'è :D
In ogni caso è bello che tu stavolta voglia fare sul serio...io avevo tanta tanta paura quando la mia storia con Ben si stava facendo "seria". Ma poi quando ti accorgi di quanto è bello passa. si superano i problemi. Un grande abbraccio...e buona svegliata non ti invidio un cazzo :D

alessandra 24 giugno 2009 16:39  

ioooo la testimone di nozze sono iooo!!!!poi magari al matrimonio conosco un testimone interessante....aahhahahahhhahaha baci baci e in bocca al lupoo!!!kiss kiss

SkraM 24 giugno 2009 17:42  

se avessi tenuto la camera come la tenevi tu mia madre sarebbe entrata a forza molto prima sbattendomi fuori per l'intera giornata e l'avrebbe ribaltata completamente imponendomi poi a fine pulizia di non conciarla piu cosi e avrebbe supervisionato che almeno un paio di volte a settimane la pulissi :D

per il resto bhe che dire... che principe azzurro sia ;)

Bacio

Simone86 24 giugno 2009 21:40  

certo che l'amore fa fare cose pazze alle persone... in qudsto caso ti ha fatto ripulire a puntino la tua stanza, roba che se fosse sceso Dio in terra e ti avesse detto: "gigi pulisci o andrai all'inferno", te gli avresti risposto: "massì, adoro i climi tropicali"

ahah! in bocca al lupo tesorino bello! :)

Alessandro! 25 giugno 2009 11:50  

Piccolo tifiamo tutti per te. Dai!

Gigi 27 giugno 2009 00:00  

Grazie Alessio :D Sono un pò incasinato con gli esami, ora che ho trovato un motivo serio per studiare :D

223...tu ci hai già mandato la tua benedizione. Era quella più attesa da entrambi :D

Kost???

Manu...coff coff...ho letto il tuo commento due giorni dopo!

Davide, si va beh era una roba impresentabile, stavo aspettando di sistemarmi con gli impegni x pulire e alla fine ho colto la palla al balzo. Poi il problema è che abito al piano terra, con accanto un campetto sterrato e un paio di pioppi. Siccome in Sardegna tira un maestrale che te lo raccomando, ci vuole una settimana perchè si accumuli tanta polvere che sembra non pulisca da un mese!

Alessandra, crepi il lupo, grazie!uhauah beh dai abbiamo degli amici molto carini eh...non si sa mai...:D

Marco, mamma non può vedere :D Si sovente quando sto dai miei lancia le mie scarpe giù nell'orto dal balcone perchè non vuole che le lasciamo in giro...maniaca dell'ordine e della pulizia

Grazie Simo =* Ale =* VVB

Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Gli Autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi agli Autori di questo blog, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore può contattarci per chiederne la rimozione.

Hottest Men

Blogger templates made by AllBlogTools.com

Back to TOP