mercoledì 19 maggio 2010

Primo passo: Chiedere la tesi.


Già, una stronzata per molti, una vera e propria paura per il sottoscritto. Paura di domande troppo specifiche sull’argomento da trattare, paura di fare figure barbine al primo incontro, paura che il professore non accetti perché magari troppo impegnato, paura di vedermi appioppate tesi sulle quali non vorrei mai nella vita lavorare, come appunto successe col vecchio professore col quale chiesi la tesi che per ovvi motivi ho abbandonato praticamente subito, tra l’altro intascandomi un libro che mi aveva gentilmente prestato. E va beh, speriamo non sia in commissione di laurea!
Ieri mattina dopo una notte completamente insonne, complice una serie di sensi di colpa e un libro sulle torture nei lager nazisti (non propriamente una lettura tranquilla) mi reco in facoltà. Il professore è puntualissimo, me lo ricordavo molto più austero. Con casco alla mano, taglio giovanile e giacchetta con i jeans incute decisamente meno timore. Entro nel suo studio, mi fa sedere e mi chiede le mie preferenze riguardo la tesi e le motivazioni per le quali ho scelto un argomento di tipo antropologico. Cerco di rispondere senza a mio parere essere per nulla incisivo e convincente. Soprassiede e continua a farmi domande. Mi chiede se ho impegni dopo il colloquio. Lo guardo un pò stupito e dico no. Lui continua “lo sa cosa c’è dopo?” Io scuoto la testa mentre inizio a sentire le prime vampate di calore.
“E’ la settimana della mobilitazione contro i decreti Gelmini, non ne sapeva niente?”
“Ehm…no…”
“Ma scusi, lei li legge i quotidiani?”
Lancio una fune, pianto dei dardi sul cristallo, ma lo specchio sul quale cerco di arrampicarmi sembra insormontabile.
“Certo, guardo la prima pagina su internet, se l’articolo mi interessa poi me lo vado a cercare”.
“E non ha sentito nulla circa la mobilitazione? Scusi se mi permetto eh, poi ognuno è libero di guardare ciò che vuole, dal grande fratello alla pupa e il secchione alle soubrette mezze nude…”
Belllaaa, dopo nemmeno dieci minuti di colloquio mi ha praticamente etichettato come un pirla, ammorbato dalla tv, ignorante e che non legge i giornali. Finisco di arrossire e di biascicare parole a casaccio finché non mi interrompe con un “torniamo a noi”.
Mi stampa alcuni fogli, mi da indicazioni generali su come va impostata la tesi, mi consiglia alcune letture e mi fornisce utili motori di ricerca on line che devo ancora capire come si usano.
Detto questo, ora almeno ho qualcosa su cui lavorare…il traguardo sembra un pochino meno lontano…

Gigi

11 commenti:

Gianpy 19 maggio 2010 16:58  

Ormai prossimo dott. Gigi ti è andata moooolto meglio che a me!! la mia relatrice si è limitata ad affidarmi un argomento (che più vago non poteva essere), ad accennare vari possibili collegamenti con altri temi e ad invitarmi a lasciare i miei dati ad un suo assistente, dopodichè buonasera e grazie o_0
PS. sarà che ormai sono rincoglio, ma lo sai che non ho ancora capito in cosa ti stai laureando? (L'ispettore Gadget perde colpi)

Gigi 19 maggio 2010 17:55  

Son certo che il prof a cui ho chiesto la tesi almeno non ha assistenti, quindi suppongo farà tutto lui...Però caspita che palle così, cioè da ignorante chiedo, ma vengono pagati per ogni studente che fa la tesi con loro?

Uhauahuh comunque studio lingue...ma ho praticamente dato esami su qualsiasi cosa!

Gianpy 19 maggio 2010 18:22  

Carissimo Gigi, mosso da una certa curiosità, ho fatto una mezza ricerca sulla questione e ho scoperto che almeno nella mia prestigiosissima università (meglio nota come la Harvard del Mediterraneo) esistono proprio dei "compensi incentivanti individuali" per i prof che svolgono (tra le varie attività) la funzione di relatore di tesi di laurea... quindi probabilmente è così pure dalle tue parti ;)

PS. il mio dubbio era tra lettere e lingue. Grassie :)

Gianpy 19 maggio 2010 18:54  

ariekkime Gigi! sempre sulla questione compensi, ho scoperto che vengono erogati proprio in base al numero di tesisti che ogni prof ottiene, e infatti nella univ di Beri, data la situazione di quasi dissesto finanziario che come al solito si vuole risolvere con l'aumento delle tasse, delle associazioni stanno chiedendo proprio l'abolizione di questo tipo di compensi.

MirkoS 19 maggio 2010 19:01  

eh bravo Gigi :) ed ecco che si avvicina il fatidico traguardo. Inizia a cercare tanta bibliografia innanzitutto. A Roma alla Biblioteca Centrale e' una figata, con una tesserina ti colleghi ai pc, fai le ricerche e ordini i libri per consultarli, tutto online :) pero' i libri te li prendono per davvero ahahah

"Come si fa una tesi di laurea" di Umberto Eco e' un piccolo libricino che da' qualche utile consiglio.

Se comunque mi fai conoscere un bel sardo o un bel piemontese, potrei sempre offrirti la mia tesi, gia' impaginata in formato PDF :P

Davide 19 maggio 2010 21:39  

Gigi, Gigi, Gigi !!! Bravo :D
Ora è tutta discesa. No beh non proprio....anzi no ho detto una caxxata.
Cmq è un passo in meno.

Kost 19 maggio 2010 21:42  

Mi mancavano i commenti di Mirkos :D ♥

Manu 19 maggio 2010 22:01  

Ohhhh finalmente hai qualcosa da fare e nn solo cazzeggiare tutto il dì a destra e a manca, al sud e al nord!! Così niente Bergam de ora o de ota, niente trombate e giù sui libri :-))
@Mirkos: interessi privati a parte, perchè proprio sardi o piemontesi? Marito e buoi dei paesi tuoi :p:p

Gigi 19 maggio 2010 23:28  

Grazie per le informazioni Già! Lo sospettavo...perché ci sono dei professori stracarichi di laureandi perché "con loro la tesi è più facile" e che tra le altre cose se ne strasbattono i coglioni di seguirti e cazzo, sei pure PAGATO per farlo!

Mirké *_* grazie per il consiglio sul libro :) Ahimé così mi ha detto anche il prof, son nella fase bibliografia adesso...e magari ci fossero biblioteche così efficienti pure qui :(
Se vuoi ti presento qualche amico di Andrea! Due in particolare son proprio fighi :)

Manu Manu, dovrò pur scaricare lo stress in qualche modo?

Gabriele 20 maggio 2010 13:32  

Dopo le ultime blog-cronache sui tuoi esami comincio a temere per la tesi!!!
Un gigante in bocca al lupo!!!
A presto!!
Gabri

Marco 20 maggio 2010 22:28  

Gigi!! Ma che bello!!!! :D :D Sono proprio contento.!!! Per esperienza semi personale :P so che scrivere la tesi non è proprio semplicissimo...però sono certo che andrà Utto Bene!!!! E poi!! per qualsiasi cosa hai bisogno hai praticamente tutta Italia, da nord a sud, a tua disposizione!!! :D :D Quindi...vai così gigè!!!! :D

Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Gli Autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi agli Autori di questo blog, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore può contattarci per chiederne la rimozione.

Hottest Men

Blogger templates made by AllBlogTools.com

Back to TOP