sabato 12 febbraio 2011

Il mondo è fatto a scale

Trecentoventi gradini a piedi dopo che già mi ero fatto tre piani con l'ascensore. Sono a Roma da circa 5 anni e nonostante l'avessi visitata spesso anche negli anni precedenti, non mi ero mai avventurato a salire sulla cupola della Basilica di San Pietro. Non perchè soffrissi di vertigini o perchè avessi paura della fatica di salire tutti quei gradini, ma piuttosto dovuto sempre alla mancanza di tempo e/o a condizioni meteo non proprio ottimali.

L'altro giorno sono uscito prima da lavoro, giornata praticamente primaverile, ho deciso quindi di dedicarla a fare il turista decidendo una volta e per tutte di salire su "er Cupolone" e vedere Roma dall'alto. La scelta era tra ascensore (7 euro) o a piedi (5 euro), per 2 euro di differenza ho scelto l'ascensore anche perchè sapevo che avrei dovuto fare altri gradini a piedi. Non fù decisione più che saggia visto che la salita fu alquanto impegnativa. Corridoi strettissimi e scale a chicciola minuscole. Tant'è che ho subito pensato che non era affatto consigliabile a persone claustrofobiche o cicciottose.

Arrivato a metà strada, questo è lo spettacolo che mi è apparso:


Da qui si poteva ammirare l'interno della Basilica, l'altare dove il Papa celebra le sue messe, i visitatori come piccole formiche. Senza parlare poi dello splendore della volta

Siamo quasi arrivati, un'altra decina di gradini e siamo sulla vetta

Ed eccoci arrivati finalmente, dopo uno sforzo disumano, combattendo con l'acido lattico che iniziava a formarsi nelle gambe e con il senso di giramento di testa causato dalle scale a chiocchiola, arriviamo a vedere uno spettacolo bellissimo: Roma in tutto il suo splendore in una bellissima giornata primaverile

Beh! devo dire che ne è valsa veramente la pena, tra l'altro c'erano pochi turisti, quindi ho fatto tutto con calma. Tra coppiette che si sbaciucchiavano e giapponesi che fotografavano anche i bulloni, sono risceso andandomi a rifocillare con un buonissimo panino presso la paninoteca "200 gradi" in piazza Risorgimento poco distante da piazza San Pietro.

Vi lascio con il video della discesa che è stato molto meno impegnativa :)


Image Hosted by ImageShack.us

8 commenti:

Pisolo 12 febbraio 2011 18:32  

La parte migliore immagino sia stato il panino da 200° Gradi :P

Marco 12 febbraio 2011 19:00  

Beh a Londra è possibile fare la stessa cosa a San Paooooolo (quartiere barese da pronunciare assolutamente con l'accento sulla a di Paolo con pronuncia della P come fosse B) ovvero St Paul's Cathedral! Bellissima! Anche in quel c'è da salite molte scale, piuttosto larghe quelle per il primo livello, impervie quelle del secondo e poi create ad hoc attraverso la struttura in ferro per il terzo e ultimo. Il primo livello è la cosiddetta Whispering Gallery. In pratica siamo nella zona da te fotografata nei primi due scatti. All'altezza della cupola da cui puoi vedere l'interno. La particolarità è che se ti metti faccia al muro e un amico appaggia l'orecchio nel punto diametralmente opposto della cupola, è in grado di sentire quello che stai dicendo, o bisbigliando (da cui il nome della galleria). Provare per credere! Allo stesso modo i due livelli successivi offrono l'opportunità di guardare Londra dall'alto...uno spettacolo pazzesco. Vedi il Globe Theatre al di là del Millenium Bridge e ti sembra di tornare secoli indietro...(Adoro Londra...)
Ora voglio venire a Roma per vivere anche questa emozione!!
Grazie per le foto e la condivisione!

Gianpy 12 febbraio 2011 20:26  

sigh...sob...sniff... quando caspita riuscirò a venire a Roma???? :'(

Ehm.. scusa Mirketto... non vorrei essere pignolo, ma non so se hai notato in quanti secondi si è eclissato l'uomo che ti ha sorpassato... un po' di palestra, no?? :p :p

Gigi 12 febbraio 2011 20:32  

Ahahah Gianpy, secondo me il nostro mirketto l'ha fatta con un tacco dodici, a giudicare dal tichettìo delle scarpe!

Desaparecido 12 febbraio 2011 20:51  

quanti ricordi !! l'ultima volta che sono salito fin lassù, nel lontano 1988, ero un bimbetto piccolo piccolo, i muri erano pieni di scritte e i gradini sembravano non finire mai.

comunque quella vecchiaccia della Benedetta con tutti i soldi che c'ha potrebbe anche far cambiare le strisce antiscivolo !

lodi lodi lodi al nostro Mirkos che ha messo pure la presentazione e i titoli di coda !

MirkoS 12 febbraio 2011 20:56  

@Pisolo buonissimi i loro panini

@Marco mi hai messo una voglia di visitare Londra

@Gianpy e @Gigi noto una certa vena ironica nei vostri commenti u.u vi rammento che io dovevo far attenzione al mio iPhone che riprendeva la discesa affinchè riprendesse tutto bene, dovevo far attenzione a dove mettevo i piedi, dovevo far attenzione a chi mi veniva dietro per evitare che mi si ingroppasse etc. etc. u.u

MirkoS 12 febbraio 2011 20:57  

@Desa allora è venuto il momento per ritornarci e, perchè no, tutti gli amici del blog su er Cupolone :D

Bert 13 febbraio 2011 15:13  

ci sono stato una sola volta e fino ad oggi pensavo che per potersi affacciare dalla base del tamburo ci volesse qualche tipo di raccomandazione... dopo una ventina di anni di illusioni dovrò tornarci.

Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Gli Autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi agli Autori di questo blog, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore può contattarci per chiederne la rimozione.

Hottest Men

Blogger templates made by AllBlogTools.com

Back to TOP