venerdì 18 marzo 2011

Preghiera agli Italiani


Non sono un fan di Celentano nonostante ami le sue canzoni, molto meno invece i suoi monologhi. Ma questa volta mi trovo pienamente d'accordo con lui. Il nucleare è un'illusione momentanea che ci libera dalla dipendenza dei paesi possessori di petrolio e gas per incatenarci nel braccio della morte. Una centrale nucleare costa tantissimo, per poter ammortizzare i suoi costi bisogna tenerla in funzione almeno una ventina d'anni, ma i rischi che dobbiamo sopportare sono tantissimi. Si pensi che una fuoriuscita di plutonio nell'ambiente impiegherebbe 24mila anni per dissolversi, una tempo mostruosamente alto. Eppure ci sono tantissimi a favore del nucleare, ma proprio a questi io chiedo di riflettere con maggiore attenzione e se sono ancora convinti delle loro idee li invito a farsi avanti e dare la disponibilità a farsi costruire una centrale nucleare davanti casa propria. Già ieri sera ad Annozero il Presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, pro-nucleare convinto ha detto che la Lombardia è autosufficiente e non ha bisogno di centrali. E' come dire "io sono a favore, ma meglio che le facciano da un'altra parte". Qualcuno potrebbe obiettare che la Francia, la Germania e altri paesi europei confinanti ce l'hanno da tempo il nucleare, e quindi? Questo dovrebbe giustificare la proliferazione di centrali nucleari anche qui in Italia?

Cosa si sta facendo sulla ricerca per le energie alternative? Quali sono i passi fatti in tal senso? Quante risorse finanziarie sono state investite? Secondo me molto poche.

Il 12 e 13 giugno andiamo al Referendum. Facciamo sentire la nostra voce sia a favore sia in dissenso, ma andiamo a questo benedetto referendum. Il referendum è un potere fortissimo che hanno gli italiani, molto più forte delle stesse elezioni perchè con questo strumento gli italiani decidono se una legge deve continuare a vivere o essere abrogata. Non boicottiamolo, iniziamo fin da ora a convincere i nostri genitori, parenti, amici, colleghi di lavoro a dedicare 10 minuti del loro tempo per andare in cabina elettorale ed esprimere il proprio voto.

Infine un appello a tutti i lettori a donare 2 euro al Giappone per le sofferenze che sta vivendo in questi giorni, inviate un SMS al numero 45500 (attivo fino al 15 aprile) per inviare la vostra donazione alla Croce Rossa Italian pro emergenza Giappone.

Image Hosted by ImageShack.us

1 commenti:

Gianpy 19 marzo 2011 10:55  

... io ancora non ho capito perchè ci si è arrogati il diritto di adottare provvedimenti (di cui però ignoro la natura dal punto di vista giuridico) contraddicendo l'esito referendario.
D'accordo che un referendum non ha valore per l'eternità, ma avrei trovato più corretto che si fosse proposto un nuovo referendum per vagliare l'attuale posizione degli italiani circa il nucleare e solo in seguito ad un esito positivo si fossero stipulati gli accordi per la costruzione delle nuove centrali.
Invece, ma non c'è da stupirsi, si è preferito agire esattamente nel modo inverso (cavalcando tra l'altro l'onda della grave crisi petrolifera, mentre ora sarebbe "sciacallaggio" cavalcare l'onda della catastrofe giapponese...).

Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Gli Autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi agli Autori di questo blog, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore può contattarci per chiederne la rimozione.

Hottest Men

Blogger templates made by AllBlogTools.com

Back to TOP