sabato 9 luglio 2011

Bird Watching (quello serio)

Qualche tempo fa mentre da perfetto casalingo sparecchiavo la tavola e sbattevo la tovaglia sul balcone, mi sono accorto di un insolito via vai di volatili. Nei giorni seguenti ho constatato che il continuo sbatter d’ali non cessava. In particolare si concentrava tra le fronde di una pianta poco più alta di me in un vaso sulla veranda. Ho provato a controllare meglio tra i rami ma non ho trovato assolutamente nulla. Dopo ancora qualche giorno, ricontrollando meglio, ho notato un nido quasi in cima alla pianta. Vuoto. Si vedeva che era appena fatto, troppo perfetto per essere rimasto lì dall’anno scorso. I volatili in questione si chiamano comunemente Verdoni (Carduelis Chloris).


Il Verdone si riproduce due volte l’anno da aprile a giugno inoltrato e produce dalle 3 alle 5 uova per ogni covata. Le uova sono bianche/beige chiazzate di marrone. Il nido costruito prevalentemente con steli d’erba e piume (ho notato però che ci sono finiti di mezzo anche i peli del mio cane) è solitamente ben nascosto tra gli alberi.

Raramente come in questo caso, il nido viene costruito su un cespuglio. Credo che quest’anomalia sia dovuta al fatto che, per sbaglio, mentre potavo l’agrifoglio del giardino ho fatto cadere un nido, con molta probabilità, della stessa coppia di verdoni. Fortunatamente era vuoto.

Purtroppo il nido è stato costruito in una zona di passaggio (altra anomalia che non mi so spiegare) e spesso mi accorgo che gli uccelli volano via disturbati. Spero non piantino baracca e burattini proprio nel periodo della cova.

I verdoni sono uccelli granivori, quindi si nutrono principalmente di semi anche se talvolta non disdegnano piccoli vermi o insetti.

Grazie alla visuale particolare che ho sul nido cercherò di seguire con voi giorno per giorno il percorso che porterà prima di tutto alla deposizione delle uova, alla cova, successivamente alla nascita dei piccoli e infine alla loro dipartita dal nido. Sperando che tutto vada nel verso giusto.

Intanto ecco alcune foto del nido appena costruito:

IMG_20110629_140921
IMG_20110629_140943
  Gigi

6 commenti:

Gianpy 9 luglio 2011 11:14  

Giuro che quando ho cominciato a leggere "Il Verdone si riproduce due volte l’anno da aprile a giugno...", nella mia testa ha cominciato a rimbombare la sigla di Superquark.
Apprezzo molto questa nuova rubrica e ti garantisco che approfitterò della tua sconfinata competenza in materia di uccelli per farmi una cultura e possibilmente metterla in pratica *.*

Ah scusa Gigi, la seconda parte del commento riguardava il precedente post U.U

Marco 9 luglio 2011 13:11  

Ieri io e una mia amica abbiamo salvato un rondone. Probabilmente era caduto dal nido prima di imparare a volare. Che emozione! Gli ho dato da bere e da mangiare :' :'

Gigi 9 luglio 2011 14:37  

Ahahah Gianpy, quando vuoi offro anche ripetizioni private. Con gli uccelli non si finisce mai di imparare!

Marcolì, il rondone è uno di quei pochi casi in cui il volatile va raccolto e curato perché una volta a terra non riesce più a spiccare il volo e di conseguenza anche i genitori non si sarebbero potuti posare per dare il cibo all'uccellino. Siete stati grandi! :) Ma ce l'hai ancora tu?

MirkoS 10 luglio 2011 19:26  

A casa dai miei invece hanno fatto un nido di rondini proprio nell'ingresso del portone principale dove c'è un viavai di auto. Hanno covato le uova e ora ci sono tre future rondini pronte a spiccare il volo.

Gigi 10 luglio 2011 21:04  

Belle le rondini mannaggia. Però è già più normale che facciano il nido dove c'è un po' di trambusto, perchè comunque sta attaccato al muro, in alto, e non ci si arriva a meno che non ci si mette una scala. Stì verdoni invece han fatto il nido in un cespuglio basso quanto me!

MirkoS 11 luglio 2011 08:48  

Sapevo fossi esperto di uccelli, ma non fino a questo punto. Ovviamente c'è sempre da imparare in fatto di uccelli

Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Gli Autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi agli Autori di questo blog, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore può contattarci per chiederne la rimozione.

Hottest Men

Blogger templates made by AllBlogTools.com

Back to TOP