giovedì 14 luglio 2011

La prima volta in webcam.


Il primo bacio non si scorda mai. E’ vero, io li ricordo tutti. Si, sono stati un numero comprensibile nelle dita di due mani. Il primo in assoluto però ha quel qualcosa in più. Sarà che nel momento di euforia e confusione ho invertito un po’ i preliminari e nella foga mi sono ritrovato con un pisello in bocca. Ho avuto questo strano guizzo che mi ha fatto passare immediatamente alla seconda fase saltando la prima. Che a pensarci oggi è stato qualcosa come stirare il bucato prima di infilarlo in lavatrice. Ricordo ancora nitidamente il pensiero che mi attraversò la testa in quel momento. “Ormai son giù, tanto vale che ci resto”. Alla fine m’ero pure dimenticato, dopo aver scoperto la piacevole arte del sesso orale, che ancora non avevo provato l’ebbrezza del lingua contro lingua. Venne in soccorso il malcapitato di turno che, dopo una decina di minuti, me la ficcò in bocca con violenza. Non è stato male dai, per essere la prima.

Ricordo anche la prima sega, della quale, per chi se lo fosse perso, ho parlato qui. E ahimé, si, ricordo anche la prima sega in webcam. La prima di una lunga serie, iniziata quasi 5 anni fa e credo mai interrotta. Perché alla fine, diciamolo, la cam è un bel giocattolo erotico, sia per i single che per le coppie. Ho un’estrema difficoltà nel ricordare tutti quelli che sono passati per la mia. Potrei quasi eguagliare le 6-700 donne di Cassano. Solo che a differenza sua, non sono proprio certo che sia un vanto. Nei periodi d’oro arrivavo anche ad aprire quattro finestre con quattro persone diverse. Quando non ero fidanzato e vivevo col pisello perennemente in mano. E Messenger permetteva di visualizzare più webcam in contemporanea.

Era una sorta di stagione venatoria continua, puntavo, sparavo e spogliavo. Uccelli come se piovessero. Perché cazzo dai, diciamolo che è più eccitante poter godere di uno spettacolo live, constatare in diretta le reazioni dell’altro, poter interagire, piuttosto che dover “subire” passivamente due maschioni che si inculano in un filmetto porno.

Tra l’altro, stavo riflettendo, che è statisticamente possibile che tra i 50.000 zozzi capitati su blog in pillole, qualcuno mi abbia visto il pisello senza sapere che fossi io. Anche se pare tutti i più assidui sappiano cosa sia a malapena una webcam! Ma ora non è il caso di stare qui a disquisire su questo…volevo giusto raccontarvi della prima volta…

Lui aveva 17 anni appena compiuti, io 22. Mi scrisse lui per primo (diciamolo per la polizia postale. Anche se potrei già essere prescritto suppongo). Io non ho mai nutrito fiducia nei diciassettenni. Perché quando 17 li avevo io ero un vero stronzo e per la legge del taglione mi aspettavo che gli altri lo sarebbero stati con me. Però lui era diverso. Nel senso che era stronzo ma lo faceva bene. Ed era maledettamente sveglio ed intelligente per la sua età. Avevamo interessi simili, animali compresi. Cominciammo a sentirci ogni sera, era piena estate. Tipo che io uscivo con gli amici e a una certa inventavo una scusa improponibile per poter rientrare a casa. Mettevo la sveglia sul cellulare, lo facevo squillare e facevo intendere che mi avessero chiamato i miei. Sulla via del ritorno pregavo di trovarlo connesso. Facevo tutta la strada di corsa e quando lo trovavo lì, che mi aspettava, mi si illuminavano gli occhi. Dopo un po’ di tempo, sentii il bisogno di vederlo, di sapere chi mi faceva battere così forte il cuore, avevo bisogno di fare quel salto che permette di unire le ormai tipiche emoticon su MSN alle sue espressioni del viso. Per cui un giorno sotto mille pressioni psicologiche sempre di SUA spontanea volontà decise che era giunto il momento di avviare la trasmissione della webcam. Io purtroppo ancora non ne possedevo una…

Ma ciò che vidi mi lasciò talmente impressionato che pochi giorni dopo mi trovavo già tra gli scaffali di un negozio di elettronica…

To be continued.

Gigi

12 commenti:

Bert 14 luglio 2011 13:02  

non so come mai, ma ho dei sospetti in merito all'immagine mostrata...

Gigi 14 luglio 2011 15:01  

uhauhauhah no Bert, quella fu casta. Almeno la prima, dai!

Marco 14 luglio 2011 15:03  

Ma hai mai pensato di scriverci un bel libro?! Dall'adolescenza all'età adulta un sardo con furore!
Secondo me diventi campione di incassi e finalmente ci leviamo dalle balle moccia, melissa e gente così! :D

Gigi 14 luglio 2011 15:30  

Magari Marcolì, il guaio è che non ho costanza. Quando il libro sarà finito avrò minimo 80 anni!

MirkoS 14 luglio 2011 15:55  

Allora potrai scrivere "I miei primi 80 anni" perchè si sà che i sardi sono i più longevi d'Italia... chissà se sono più longevi anche in altri contesti :D

Bert 14 luglio 2011 16:02  

nooooo, ecco, adesso sono deluso e triste T_T

Gigi 14 luglio 2011 20:58  

Mirkè, se a 80 anni mi tira ancora sarai il primo a saperlo!

Vince Symo 14 luglio 2011 21:43  

Mmmmhhh... no, mo' adesso sono curioso di sapere come andò a finire... :D

Desaparecido 14 luglio 2011 22:02  

oddio ma allora sei tu il ragazzo che su msn ansimando mi diceva: "dai sfondami il garage del nuraghe, dimmi che sono il tuo pecorino sardo !" che emozione averti ritrovato !

Gigi 14 luglio 2011 22:19  

Ahahahah Des, sono morto dalle risate uhauhauh e poi come continuava? Vuoi essere il mio porceddu arrosto infilzato allo spiedo?

Si, sono io *_____*

Manu 14 luglio 2011 23:02  

700 seghe in 5 anni sono oltre 2 alla settimana, Se poi non conteggi il periodo con cui stai con Andrea dà un risultato impressionante, da grande artigiano :)))

Vorrei sapere quante sono le puntate de "The erotic life of Gigi Sardinian" in modo che possa distribuire bene le mie ultime forze........

Gigi 14 luglio 2011 23:22  

ommioddddio Manu, se sono oltre due alla settimana, mi sa che ci sto sopra di brutto!

Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Gli Autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi agli Autori di questo blog, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore può contattarci per chiederne la rimozione.

Hottest Men

Blogger templates made by AllBlogTools.com

Back to TOP