domenica 9 ottobre 2011

10 Euro per una tv non di Stato


Dopo la cacciata dalla RAI e il mancato approdo a La7, Santoro cerca di farsi sentire proponendo il proprio prodotto su internet, Sky e televisioni locali. E' veramente molto triste constatare che in Italia non esiste una televisione libera: da una parte una televisione di Stato con l'aggiunta delle televisioni di Silvio e dall'altro lato una piccolissima televisione che cerca di crescere La7. Così Santoro è costretto a cercare una terza strada, quella delle televisioni locali, di internet e di Sky.

Per fare ciò ci chiede 10 euro e ci dice anche di conservare la ricevuta. Cosa avrà in mente? Io 10 euro già li ho dati, in questo periodo di carestia 10 euro rappresentano comunque una somma importante, ma per avere una libera televisione dove il telespettatore decide cosa guardare senza che gli venga imposto dall'alto sono disposto a versare questi 10 euro.

Chi volesse seguire il mio gesto può collegarsi al sito della trasmissione Servizio Pubblico e troverà tutte le informazioni per effettuare la donazione.

Image Hosted by ImageShack.us

9 commenti:

Gigi 9 ottobre 2011 19:50  

Non lo so, stavolta non mi trova tanto d'accordo. Posto che ognuno è libero di fare ciò che gli pare con i propri soldi, anche pulircisi il sedere, mi sembra eccessivo in un periodo come questo chiederli ai cittadini. Si lo so che i politici nemmeno ce li chiedono, ci derubano e basta, però se Santoro avesse scelto di andare in onda su La7 si sarebbe risparmiato questi criticabili comizi.

D'altronde ogni lavoratore ha delle regole alle quali deve sottostare e dei superiori ai quali dover render conto. Avrebbe dovuto, a mio parere, provare altre strade prima di questa che reputo un po' estrema e solo a quel punto, qualora fossero risultate impraticabili, dire "bene, da oggi mi metto in proprio perché qui non posso fare il mio lavoro, mi date una mano?"

dario 9 ottobre 2011 21:58  
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
dario 9 ottobre 2011 22:00  

Elimina commento da: Blog in pillole
Servizio pubblico??
Dai Mirketto, ci ha fregati fino a ieri (come tutti del resto) ed ora ha la faccia tosta di chiedere 10 euro??
Metta un pò di quelli che ci/mi ha rubato prendendo quei lauti guadagni per fare le trasmissioni in Rai....
A me ha rotto i coglioni (scusate il termine) pure lui.
Gigi ti quoto in pieno: non ho seguito bene il come, il perchè non è andato a La7, ma sicuramente lo aspettavano a braccia aperte. E' pur approdato qualche suo ex collega !!!!!!!!

Bert 9 ottobre 2011 22:41  

Santoro chiede i soldi agli italiani per lavorare. Significa forse che se Taldeitali volesse aprire... che so... un sexy shop, potrebbe chiedere i soldi a Santoro? O magari a Silvio, se volesse mettere su un'agenzia di escort?

Ma a questo punto, visto che sei diventato un finanziatore di Santoro, se questa storia dovesse finire in attivo, ti spetterà una parte dei profitti? E se finisse in passivo? E se non cominciasse proprio?

MirkoS 10 ottobre 2011 08:11  

Dunque anch'io mi sono detto "come, con tutti i soldi che ha guadagnato chiede i soldi ai cittadini?". Ma poi mi sono pure detto "perché dovrebbe usare i suoi soldi per esprimere il suo pensiero in un paese che dovrebbe garantirlo a tutti?"

A molti Santoro non piace, troppo fazioso, troppo egocentrico e sicuro di se, ma qui la questione è che questo paese non garantisce libertà di espressione. Non si può parlare male del Governo perché altrimenti si finisce al bando. È successo a Santoro, a Biagi prima, alla Dandini, stava per succedere a Florsi. Cosa aspettiamo a ribellarci? Non vi fa paura questa situazione in cui i politici vengono scelti dall'alto, in cui i segretari di partito come Bossi impongono i propri uomini nelle amministrazioni locali senza una democratica elezione, in cui l'informazione è gestita dal governo di turno come ai tempi della Pravda in Russia? Le cose iniziano pian piano e quando ci accorgiamo che ci hanno "fregati" beh allora è troppo tardi.

Che c'entra tutto ciò con Santoro? C'entra perché Santoro ha rifiutato di andare su La7 in quanto volevano controllare il suo palinsesto ed eventualmente procedere a una censura preventiva. Perché questo? Perché il Governo aveva minacciato Telecom ("padrone" di La7) di non garantirle l'esclusiva nella gestione della rete telefonica. Ovviamente ho riassunto un po' troppo e me ne rendo conto, ma le cose sono andate più o meno così. Quindi il mio contributo non è tanto rivolto a Santoro, ma verso la libera informazione, tutti devono poter dire la propria e poi sono io cittadino a decidere e potrò decidere correttamente solamente se ascolto diversi pareri.

Gigi 10 ottobre 2011 13:16  

Mirkos in qualsiasi televisione chiedono di poter controllare la scaletta di un programma prima che venga messo in onda e ne hanno tutto il diritto. D'altronde chi manda in onda qualsiasi trasmissione potrebbe incorrere in conseguenze legali non indifferenti, è un modo per tutelarsi, ancor prima di limitare la libertà altrui.

Santoro si è ribellato a qualsiasi controllo prima che qualsiasi controllo si fosse realmente verificato. Se ha i soldi per farlo, che si compri un canale tv che non sia alle dipendenze di altri. Siccome pare che, se li chiede ai cittadini, questi soldi non li abbia, che faccia il suo lavoro come lo fanno tutti gli altri. A me con sta storia della libertà ostentata ad ogni costo ha un po' preso alle palle, anche perché da grande comunicatore quale è ci ha marciato ampiamente sopra.

E' in gamba per carità, sulla sua professionalità di certo non si discute, ma non approvo per nulla le sue ultime scelte. D'altronde stiamo parlando di una persona che sarebbe rimasto in Rai al costo di un euro a puntata. In Rai, dove non credo godesse di estrema libertà.

Comunque, ho sentito che già 8000 cittadini hanno versato il finanziamento, ripeto ognuno è libero di fare come meglio crede...

MirkoS 10 ottobre 2011 13:22  

Però almeno un risultato questo post l'ha avuto: mettere d'accordo almeno per una volta Gigi & Bert :D

Gigi 10 ottobre 2011 16:07  

uhauahuah vero, non credevo sarebbe mai stato possibile :)

Bert 10 ottobre 2011 16:14  

A quanto pare stavolta la pensiamo proprio allo stesso modo... o quasi ;-)

Evidentemente ci serviva Santoro.

Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Gli Autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi agli Autori di questo blog, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore può contattarci per chiederne la rimozione.

Hottest Men

Blogger templates made by AllBlogTools.com

Back to TOP