mercoledì 5 ottobre 2011

La felicità è un diritto di tutti.

Ci sono momenti in cui tutto va storto. A volte giorni, o peggio mesi. Sembra quasi che la vita si diverta con te, mettendoti di fronte ad avvenimenti che, a quest’età, dovrebbero essere incredibilmente distanti. Ti strattona, ti colpisce, ti ferisce, scalfisce quella corazza troppo fragile perché possa resistere. D’altronde a vent’anni, il dolore vero lo provano in pochi, per fortuna. E così ti ritrovi davanti un difficile percorso ad ostacoli, dove cadi, ti rialzi, cadi e poi cadi ancora, sperando che qualcuno ti tenda la mano e tu possa aggrapparti a lui per il resto della vita. Ma non svanisce mai quella strana sensazione di disagio, quell’aspettarsi che da un momento all’altro le cose precipitino di nuovo, quella convinzione che qualcuno, reale o astratto, ti abbia preso irrimediabilmente di mira.
zebra1 
Ti senti così e basta, trascinandoti dietro mille perché. E più cerchi di scappare, più cerchi di liberarti da queste costrizioni, più lotti per ritrovare la serenità perduta, più le cose vanno peggio. Ci sono momenti in cui non puoi fare niente. Devi solo aspettare che le cose migliorino, cercando di non abbassare mai la guardia e resistendo con tutta la forza che hai dentro a qualsiasi uragano ti si abbatta contro. Non sono permesse distrazioni, cedimenti, perché la paura è una gran bastarda. Aspetta solo il momento propizio per piazzarti un bello sgambetto, sempre e solo quando meno te lo aspetti.
zebra2Anche se la maggior parte delle volte non lasciano ferite fisiche, quei segni fanno altrettanto male. Continui a chiederti perché tu, cos’hai di sbagliato, perché tra sei miliardi di persone devi star male proprio tu. E sai che sono ragionamenti egoisti nel momento stesso in cui prendono forma nella tua mente, ma non puoi fare a meno di pensarci. Non puoi fare a meno di pensare che in giro per il pianeta ci sono milioni di stronzi che si meriterebbero di soffrire, ma stanno bene. E poi stai pure peggio, perché in qualche angolo della tua mente, vige il principio instillato dai tuoi quando eri ancora bambino, che il male non si augura a nessuno.
E come per una sorta di legge del taglione, più cerchi di scaricare il tuo dolore su altre persone, più ti senti sprofondare. Poi è un attimo, anche se provi ad opporre resistenza con tutta la forza che hai, ti ritrovi quasi a terra, dolorante.

image Ma forse è proprio in questi momenti che tiriamo fuori il meglio di noi stessi. Forse è proprio quando siamo sotto pressione che riusciamo a trovare quella forza che mai avremmo pensato di avere. Forse è l’istinto di sopravvivenza, la voglia di stare bene, il desiderio di una vita serena che ci fornisce quell’impulso che ci fa compiere un poderoso balzo in avanti. Quello scatto che ti fa dire “cazzo, da oggi deve andare tutto bene, perché me lo merito”. E anche se magari le cose restano uguali a prima, ti senti un po’ meglio. Perché cambia la prospettiva. Ricominci a sperare. 
Succede all’improvviso, quando meno te lo aspetti, magari mentre ti alzi dal letto e tiri un calcio alle coperte pensando di calciare via così anche i tuoi problemi.
zebra4 E improvvisamente ti accorgi che ce la fai. Che giorno dopo giorno riesci a sorridere di nuovo. E magari loro, i problemi, sono lì, che ti guardano dal basso, ma tu finalmente hai imparato a sovrastarli. Hai imparato a tenerli a bada, hai capito che sono davvero poche le cose al mondo che non hanno una soluzione, per quanto possa risultare complicato trovarla. Cercano di raggiungerti con un ultimo colpo di coda ma tu sei diventato più forte di loro, perché finalmente hai ritrovato la speranza.
zebra5 Non bisogna mai smettere di sperare. Anche se le cose vanno male, se ci si sente soli, se la vita ormai ha smesso di sorridere. Perché il futuro è una grande incognita che non possiamo risolvere ora, tramite una semplice equazione matematica. Il futuro non è già prestabilito. Il futuro dobbiamo costruircelo giorno dopo giorno, guardando indietro solo poche volte ed esclusivamente per ricordarci di non commettere mai più gli stessi errori. Il futuro è fatto di impegno, costanza, fiducia in se stessi e negli altri, ma anche di una bella dose di coincidenze e avvenimenti del tutto inaspettati. Io sono un inguaribile ottimista. Penso che la felicità sia un diritto di tutti e tutti prima o poi ne dovranno godere. A maggior ragione se purtroppo la vita è stata complicata, irta di ostacoli, difficile, se ci ha più tolto che dato. Perché arriverà il momento in cui riusciremo a godere della felicità che per troppo tempo ci è stata negata e, ai nostri detrattori, non resterà che guardarci da lontano, finalmente sereni. zebra6
Gigi

23 commenti:

Marco 5 ottobre 2011 15:43  

Sono peggio di una replay: "scrivo, cancello e riscrivo".
Anche grazie per aver condiviso questi pensieri sarebbe riduttivo...
Questo post mi piace, tanto.

Vince Symo 5 ottobre 2011 16:17  
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Vince Symo 5 ottobre 2011 16:21  
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
SkraM 5 ottobre 2011 16:30  

Davvero un bellissimo post!
Brago il nostro Gigi :)

Davide 5 ottobre 2011 17:52  

Calciare le coperte per calciare i problemi :) Lo faccio spesso...forse perchè a letto appena sveglio è il momento in cui penso di più e i problemi affiorano alla mente. E allora un bel calcio e via...si entra in scena per una nuova giornata :)

Marco 5 ottobre 2011 20:54  

@Vince: forse non è la sede per discuterne, specie a commento di un post così bello, però è un pensiero che mi è venuto e anche per onestà volevo condividerlo.
I tuoi commenti stanno diventando piuttosto monotematici :P
Al di là dello scherzo non c'è commento in cui non tu non abbia fatto un riferimento più o meno velato alla situazione, magari anche dolorosa, che stai vivendo.
Solo che, da esterno e, credimi, imparziale, l'impressione è che ora si stia esagerando.
Queste continue frecciatine non solo non credo siano di aiuto alla risoluzione, qualunque essa sia, del problema, ma non fanno che esasperare la situazione.
Un po' di tregua ce la meritiamo tutti!
Ripeto non sono nessuno per dirlo,non vi conosco bene né posso mettere mani sul vostro rapporto, però, ecco, questo continuo bisogno di ritornare sull'argomento, alla lunga, stanca.
That's it.
Sorry Gigi per questo OT.
Sorry Vince se sono stato troppo duro o ti sono sembrato indelicato.

Bert 5 ottobre 2011 21:13  

Ultimamente mi sento molto da terza foto, ma non è mica facile dare questo calcio, soprattutto quando non sai se e quanto hai voglia di darlo... mi presenti quella zebra? Magari lei può spiegarmi due o tre cosette che potrebbero tornarmi utili.

Gigi 5 ottobre 2011 21:15  

Grazie ragazzi...

(An vedi Marco, che grinta! E si che ti facevo più introverso e meno incline al confronto serrato.
Comunque visto che la questione sta quasi diventando di pubblico dominio e visto che più o meno leggiamo tutti gli stessi blog e ora qui, ora lì, si capisce chi riguarda il contenzioso, mi permetto di dire che magari le parole di Vincenzo sono solo uno dei suoi modi per sfogarsi e per cercare di reagire a questa situazione che non gli permette di stare bene.

Perché mi auguro che alla soglia dei 30 anni si sia abbastanza maturi da affrontare certe questioni in privato senza utilizzare i vari blog come tramite per le varie frecciatine, soprattutto alla luce del fatto che, fortunatamente e saggiamente, da chi dovrebbe essere tirato in causa non vengono nemmeno considerate).

Vince Symo 5 ottobre 2011 22:24  

Gigi, puoi non crederci, ma il mio commento non era rivolto solo ad una persona in particolare, quella che pensi sia, e non avevo intenzione sfruttare il vostro blog per lanciare quelle che tu credi esclusivamente frecciatine, anche se riconosco magari di essermi fatto prendere la mano coinvolto emotivamente dal blog.
Ti chiedo di scusarmi.
Ti domando solo, per cortesia, di evitare di dare giudizi tipo "fortunatamente e saggiamente" quando non conosci in realtà la "questione" e non sai se sia stata sviscerata o meno in privato, grazie. Non la prendere come un'offesa, però, non vuole esserlo.
E davvero non avevo intenzione di sfruttare il tuo post per quelli che possono essere sembrati miei unici interessi, né di cooinvolgere tutti voi, perlomeno non intenzionalmente.

Cancello subito il mio precedente commento.

Vince Symo 5 ottobre 2011 22:38  

@Marco: Scusami, avevo zompato il tuo commento, non l'avevo letto, pardon. :P

Il riferimento che dici, le frecciatine, non riguardano fortunatamente (non sono così masochista...) tutti i miei commenti, il "non c'è commento" che dici, ma probabilmente solo quelli più recenti.

Non voglio trovare giustificazioni ai miei comportamenti, sarà che mi lascio prendere la mano quando mi trovo di fronte a parole, comportamenti che mi appaiono incoerenti, incongruenti rispetto a quello vissuto altrove e in altri momenti da e con me, e allora sbotto; non è facile.

Chiudo scusa a tutti se ho potuto annoiarvi "mettendovi in mezzo". Cercherò di non farlo accadere più.

dario 5 ottobre 2011 22:43  

Gigi ma perchè non sei nato 40 anni fa? Ti avrei fatto na corte spietata per averti (come moroso o come amante insomma scegli te..........:-)
Come hanno già scritto sopra post bellissimo e molto profondo.
Mi sa che il "pestifero Gigetto" da quando ha conosciuto Andrea sta diventando un uomo vero: lo noto molto maturo.....complimenti :D:D

Che dire?
1) non ho capito una minchia della diatriba tra Marco e Vince, meglio così
2) vabbè che sono vecchio, ma la voglia di vivere, la gioia di vivere, il desiderio che ho avuto (grazie Mirkos,Bert, Davide) e che avrò (se vivo ancora) di conoscere coloro con cui scambio questi piccoli pensieri nei vari blog mi dà una carica che onestamente 7 mesi fa non pensavo di possedere.
3) questo post calza a pennello con ciò che ho scritto sopra ed infatti sono già pronto per partire.........per dove?? bohhh il treno mi porterà su, su, in su verso il centro Europa. Non conosco le lingue, ma con le mani, con i moti ci si capisce...eccome.

Vince Symo 5 ottobre 2011 22:47  

Nessuna diatriba tra me e Marco, Dario; davvero non hai capito una minchia, allora... ahahah... ;P

Gigi 5 ottobre 2011 22:51  

Vince scusami tu, volevo dire una cosa ma forse si è capito tutt'altro. Dicevo fortunatamente e saggiamente non per screditare in qualche modo te ed elogiare altre persone, quanto per il fatto che se l'ipotetico interessato non ha percepito nessun attacco nelle tue parole, vuol dire che evidentemente l'attacco non c'era. Fortunatamente ha capito, ecco era questo.

Il mio commento non era in risposta al tuo ma a quello di marco. Volevo dire che reputo tutti i diretti interessati persone molto mature, almeno per cio' che ho potuto leggere, e che il tuo commento era probabilmente più dettato dai sentimenti che provavi nel momento in cui l'hai scritto che dall'esigenza di lanciare una stoccata a terzi.

Anche perché non mi potrei mai permettere di esprimere giudizi personali su cose, persone e fatti che non conosco ma che capisco leggendo altrove...

Uff, devo imparare a farmi gli affari miei mi sa =/

Comunque a me non da fastidio nessun off topic, potete parlare di qualsiasi cosa, non censuro nessuno, anche se non c'entra nulla col post. Questi spazi sono tanto miei quanto vostri.
Quindi non preoccupatevi di occupare spazi impropriamente...

Gigi 5 ottobre 2011 22:55  

E soprattutto Vince (visto che parlo con te =) ) e tutti gli altri, vorrei che vi sentiate liberi di scrivere quasiasi cosa vi passi per la mente, senza preoccuparvi di venire giudicati. Qui ci si confronta, non si giudica nessuno.

Vince Symo 5 ottobre 2011 22:59  

Hai ragione, Gigi, ho riletto il mio commento rivoltoti e ho abbastanza stravisato, perdonami.

Mannaggia a me ed alla mia impulsività... ecco! :P

Poi, se devo essere totalmente sincero... a cena ho avuto la malsana idea di essermi fatto un bicchierozzo di rosso ed io... ehm... come dire?! Sono... "mezzo-astemio". :) Forse sarà stato anche per quello, per la poca evidentemente lucidità. :P

Scusami ancora se ho sporcato il tuo bellissimo (davvero, non tanto per...) post! Sono un guastafeste. :P

dario 5 ottobre 2011 23:08  

Vince, non ho capito na minchia!!
Vabbè mica tutti possiamo essere superman...(pensato e scritto senza alcuna intenzione di offendere eehhhh)

Gigi 5 ottobre 2011 23:09  

Figurati, l'importante è che non ci siano disguidi e si sia chiarito tutto :)

Certo...magari con una bella trombata di massa si chiarirebbe ancora meglio!

Gigi 5 ottobre 2011 23:10  

Dario tu fila a letto! Mirkos dorme già dalle 19.00!

Vince Symo 5 ottobre 2011 23:17  

Gigi, sei il solito sporcaccione! :D

Dario, mi sa che ti butti troppo giù... ;)

dario 5 ottobre 2011 23:19  

Gigi..e che mi mandi pure a letto...
Non son mica vecchio come Mirkos.
Ora cmq mi rivolgo all'on. Buongiorno.
Scusate per gli off topi, ma se inizia Gigi a rompere er ca**o ho diritto alla rettifica ed alle pubbliche scuse.
Manda a letto su nonno ora, ecchecazzo me faccio sentì eehhhhh

Gianpy 6 ottobre 2011 01:38  

Sono passate parecchie ore da quando ho letto questo post. Quando ho terminato avevo gli occhi lucidi, forse perchè tanti, se non tutti, i concetti espressi sono passati per la mia testa negli ultimi anni e ancor di più negli ultimi tempi.

Mi riuscirebbe impossibile elencare tutti i pensieri che hanno attraversato la mia mente durante la lettura, sia per la loro quantità che, soprattutto, per la loro complessità. Ed io non sono in grado di tradurli in maniera chiara nelle parole di un commento, e così, come mi è capitato per altri post mi riesce più facile scegliere il silenzio.

Ecco, il senso di questo mio commento era soprattutto quello di spiegare il motivo dei miei silenzi passati (e presumo anche futuri) in occasione di post di questo stesso tenore. Non erano dettati nè da indifferenza, nè tantomeno da disapprovazione, anzi.

Ti faccio anch'io i miei complimenti, Giò :)

Marco 6 ottobre 2011 08:54  

Buondì!!
OMG *_* Se avessi detto "Al mio segnale scatenate l'inferno!" Secondo me non sarei riuscito a creare lo stesso "scompiglio" :P
Dite che dovrei autocensurarmi ogni tanto?! :D C'ho un caratteraccio!!! (Si Gigi, sono calmo ok...ma non per questo evito i confronti! :P Anzi...)

No cmq tanto per ridimensionare la cosa (Ah! Si Dario confermo anche io che non c'hai capito molto! Nessuna diatriba. Solo uno scambio di idee! :D ).
Non era mia intenzione giudicare alcun comportamento né spingerti a cancellare il commento.
Sono allo stesso tempo convinto, come dice giustamente Gigi, che certe battute ("frecciatine", forse, era esagerato) sono generate dallo stato d'animo, da una situazione che (come ho scritto nel primo commento) molto probabilmente ti risulta dolorosa.
Detto questo il mio "appunto" era riferito esclusivamente al fatto che, per carattere, per mia indole insomma per mere questioni soggettive (che quindi non hanno alcun valore di giudizio o "sentenza" sull'altra persona) non amo questo scambio di battute continuo e perpetrato su diverse piattaforme.
Non sentirti davvero accusato per questo è davvero una sensazione mia che ho voluto condividere.
Tanto per farti capire..quando stavo con M. ci fu una discussione simile.
Io ritenevo che a volte esagerasse nel fare battute sugli altri, sorella compresa e le parlai, come ho fatto ieri con te. Sono uno RECIDIVO!!! :D
Insomma questo eh!
Un abbraccio a tutti!

Vince Symo 6 ottobre 2011 09:42  

Buongiorno a voi! :)
Brevemente (ci provo :P), perché io non amo né fare né perpetrare polemiche all'infinito (anche se magari posso dare la sensazione opposta a volte :P).

Marco, non mi sono né offeso, né ho trovato il tuo intervento sostanzialmente come indelicato, credimi.
Fermo restando che ognuno è libero di esprime i propri pareri come e quando vuole, per carità (sennò ci comportiamo peggio di questo attuale governo :D), anche rileggendo il tuo commento, a me però un po' è dispiaciuto il fatto che tu abbia voluto innanzitutto porre la questione qui, pubblicamente, quando poi, perdonami, a me sembra che il mio commento non abbia (almeno, non se so' lamentati esplicitamente finora :D) dato fastidio ad uno dei proprietari e all'autore del presente post prima di tutto, se è anche vero, come dici, che hai agito perché inquinata la bellezza del post in sé e dell'atmosfera nei commenti da lì creatasi a causa del mio intervento.

Commento, quest'ultimo, che soprattutto, ripeto - anche se mi rendo conto possa magari risultare difficile crederlo com'era impostato - NON voleva essere solo ed esclusivamente una "frecciatina" (se davvero tale era, appunto, sostanzialmente perché non ho bisogno di certi mezzi per "reiterare la questione", né alla fin fine credo ne valga ormai veramente più la pena, agirei piuttosto diversamente, alla luce del fatto che certe cose (parlo della "questione") a me piace dirle schiettamente guardando negli occhi una persona - NON E' UNA "FRECCIATINA", QUEST'ULTIMA!!!! :D
I miei ultimi commenti, ripeto, non sono nati come atti a colpire qualcuno in particolare, ma piuttosto scaturiti dall'onda emotiva che post come il presente possono provocare (può capitare a tutti).
Cercherò di non far capitare più nulla del genere, né qui né altrove.

Insomma, avrei apprezzato se tu eventualmente mi avessi esposto il tuo essere magari annoiato ed infastidito dai miei interventi (presumo, quindi, anche altrove, come sul tuo blog) innanzitutto in privato, evitando così di generare un flame che può avere a sua volta rotto gli altri lettori :P.

Tutto ciò, lo dichiaro pubblicamente :D, anche alla luce di mail in un certo modo " più intime" che ci siamo scambiati in passato io e te.

Ecco, questo è quanto.
Buona giornata a tutti!

P.S.: Gigi, perdonami se ho continuato la "polemica"; ora faccio il bravo, la smetto. ;)

Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Gli Autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi agli Autori di questo blog, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore può contattarci per chiederne la rimozione.

Hottest Men

Blogger templates made by AllBlogTools.com

Back to TOP